energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Memorie Volatili: il riciclo in scena alla Biblioteca Umanistica STAMP - Università

Firenze – Il Progetto Chiostro in Azione, con sede nel Chiostro di Levante e nel contiguo Corridoio Brunelleschi dell’Università degli Studi di Firenze, è ideato da Floriana Tagliabue, Direttrice della Biblioteca Umanistica, ed è curato da Lucilla Saccà, Docente di Storia dell’Arte Contemporanea. L’obiettivo di questa nuova realtà espositiva all’interno della sede della Biblioteca è legato al luogo che lo ospita, alla sua storia e alla sua secolare memoria, e mira alla valorizzazione di un’area, che viene così restituita non solo al quotidiano passaggio del vasto pubblico universitario, ma anche alla città.

Le ricerche artistiche presentate sono legate alla realtà del luogo e includono tematiche di integrazione e collaborazione culturale, capaci di attivare scambi e conoscenze. I contenuti dell’arte contemporanea hanno la possibilità di interferire con gli altri saperi e le altre attività umanistiche, che da sempre risiedono e si sviluppano all’interno della Biblioteca, creando nuovi dibattiti e nuove sinergie.

Questo spazio espositivo, situato in un plesso rinascimentale, intende diventare una piattaforma di scambio tra studenti, artisti, professionisti e cittadini, includendo nella programmazione molteplici modalità di espressione artistica e culturale come incontri, mostre, eventi, letture, proiezioni, performance e concerti.

 

 

Memorie Volatili  26 maggio – 10 luglio 2015

Il tema di questa manifestazione, che si articola nel plesso Brunelleschi, riguarda il tema del riciclo; un argomento sostanziale nella nostra società, che incentrata su di una continua produzione, è poi oppressa dai propri prodotti in esubero, oberata dal loro smaltimento e impegnata sul loro riciclaggio.

In questo progetto il concetto di riciclo assume una connotazione ampia ed è affrontato da artisti diversi per formazione e poetica. Nel Progetto Orfani di Sandra Tomboloni è insito il concetto di marginalità e l’attenzione è per coloro che vivono una realtà che non li vede e non li cura; nei  Suonetti dei musicisti Francesco Michi e Mechi Cena si riflette sulla dimensione del suono, quello che vive nella memoria e nella fantasia, sulla sua mancanza e sulla sua presenza nel quotidiano; in quello di Enrico Bertelli il tema è invece quello dell’ “errore” e quindi si esprime nel recupero di un materiale destinato ad essere buttato; nella performance  Papyrus di Goran Micic, lo scarto cartaceo invade lo spazio dello spettacolo, mentre il lavoro di Judith Raum, basato sull’abbandono di una ferrovia costruita in Turchia dalla Deutsche Bank agli inizi del novecento, assume il valore della denuncia politica.

 

Programma

Inaugurazione e performance Papyrus di Goran Micic, 26 maggio, ore 17,00.

Sala Comparetti, 9 giugno, ore 15,30; incontro con Judith Raum e proiezione del film Waste Land diVik Muniz con la partecipazione di Angelika Stepken e Lucilla Saccà.

Sala Comparetti, 11 giugno, ore 17,00; Incontro con Sandra Tomboloni e Manusa cooperativa sociale con la partecipazione di Filippo Buccarelli, Michaela Staringer e Massimiliano Vannucci.

Chiostro di Levante, 16 giugno, ore 17.30;Francesco Michi e Mechi Cena, Suonetti con la partecipazione di Sergio Tossi e Lucilla Saccà.

 

 

Indirizzo: Piazza Brunelleschi, 4 – 50121 Firenze

Ingresso libero (orario ore 15 – 19)

In collaborazione con: Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci (Prato), Festival dei Popoli (Firenze), Manusa cooperativa sociale (Pistoia), Galleria Vannucci (Pistoia), Villa Romana (Firenze), Evento collegato dal PASS di Toscana ‘900.

 

Crediti:

Progetto e ideazione Memorie Volatili; Lucilla Saccà, Sergio Tossi

Coordinamento; Lucia Denarosi

Comunicazione;Špela Zidar

Grafica; Walter Scancarello

 

Per informazioni:

055.2757812, 055.662082, 380-1468814

lucia.denarosi@unifi.it

lucilla.sacca@unifi.it

infouma@unifi.it

Print Friendly, PDF & Email

Translate »