energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Meningite: colpito un carrozziere livornese di 40 anni Cronaca

Livorno – Un nuovo caso di meningite in  Toscana. A essere stato colpito è un carrozziere livornese di 40 anni, che lavora a Ospedaletto (Pisa), ora ricoverato in gravi condizioni nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Livorno. L’uomo è arrivato in pronto soccorso la notte scorsa, già in condizioni gravi, e secondo la Asl, sarebbe stato colpito da una forma di meningite pneumococcica. Il personale sanitario e i familiari entrati in contatto con il paziente hanno effettuato, a scopo precauzionale, la profilassi.

I sanitari tuttavia non ritengono che vi sia allarme per la popolazione né per chi è venuto in contatto nelle ultime ore con il trentaduenne livornese colpito da meningite, probabilmente di forma pneumococcica: al momento non è necessaria nessuna misura di profilassi. A chiarirlo è la stessa Asl livornese, che è in attesa di conoscere l’esito degli esami di conferma, immediatamente inviati al centro di riferimento di Firenze.

In ogni caso è già pronto il piano di intervento con profilassi antibiotica nell’eventualità che dovesse rendersi necessario. Dai primi accertamenti eseguiti – si spiega inoltre nel comunicato della Asl – è emersa la probabilità che si tratti di una forma causata da infezione pneumococcica, che non è la forma infettiva da meningococco la quale ha dato origine al cluster di casi di meningite verificatisi recentemente in Toscana. Il paziente attualmente è ricoverato in isolamento presso il reparto di rianimazione dell’ospedale di Livorno, ed ha immediatamente iniziato il trattamento farmacologico del caso: le sue funzioni vitali sono stabili, è intubato e ventilato artificialmente. La prognosi resta riservata.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »