energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mente-corpo: filosofia e scienza a confronto all’IBS-Libraccio Cultura, STAMP - Azienda

Firenze – Gli stati mentali sono riducibili a stati fisici? Ci sono differenze essenziali fra la mente e il corpo?  Molti pensatori hanno tentato di dare una risposta al problema mente-corpo, che è alla base delle filosofie cognitive, ma nessuna soluzione proposta ha risolto la questione, affrontandone solo alcuni aspetti e lasciandone aperti altri.

Il risultato più importante raggiunto fino ad oggi “è quello di aver chiarito che la ricerca filosofica sul problema deve lasciare il campo a quella empirica e alla collaborazione fra discipline diverse come la psicologia, le neuroscienze, l’informatica, l’ecologia”.

Da questa considerazione parte Marco Salucci, docente di filosofia presso l’Università di Firenze, autore del libro “Il problema mente-corpo. Da Platone all’intelligenza artificiale”, pubblicato dalla casa editrice thedotcompany nella collana “Uomini, Scienze, Tecnologie”.

L’autore offre al lettore un ampio panorama sullo stato dell’arte del dibattito filosofico. Il punto centrale della riflessione riguarda la coscienza, tema tornato al centro dell’attenzione negli anni 90 del Novecento: “Le teorie computazionali classiche – scrive Salucci – e la relativa tecnologia associata, progrediscono nel fornire prodotti intelligenti nonostante abbiano difficoltà a spiegare l’intelligenza umana perché ciò con cui hanno difficoltà non è in realtà l’intelligenza, ma la coscienza. Un essere intelligente non è necessariamente un essere cosciente”.

De “Il problema mente-corpo” (acquista qui) si discuterà mercoledì 13 febbraio alle ore 18 presso la libreria IBS-Libraccio di via Cerretani, 16 rosso, a Firenze. Con l’autore interverranno Alberto Peruzzi (Università di Firenze), Laura Bracco (neurofisiologa) e Alessandro Pagnini (Università di Firenze).

Print Friendly, PDF & Email

Translate »