energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mercafir, frutta e verdura gratuita per famiglie disagiate Cronaca

Sono 500 i nuclei famigliari in difficoltà che vedranno giungere sulle loro tavole frutta e verdura gratuiti dalla Mercafir. L’iniziativa riguarda i prodotti rimasti invenduti al mercato di Novoli ed è partita proprio oggi, 29 novembre, alle 14,30, orario di chiusura del mercato.
Un’idea nata dal presidente di Mercafir Angelo Falchetti, accolta immediatamente dall’amministrazione come spiega l’assessore alle politiche sociosanitarie Stefania Saccardi, e che ha dato l’opportunità di creare tre posti di lavoro cui sono stati chiamati tre ragazzi provenienti dalla comunità di Don Stinghi, direttore del Centro Solidarietà di Firenze.
La dinamica dell’iniziativa prevede che i pancali contenenti frutta e verdura invenduta, fornita dai grossisti presenti all’interno del mercato di Novoli, vengano consegnati allo spazio raccolta allestito presso gli spazi della Mercafir. Qui tre operatori (due uomini e una donna provenienti dal Ceis e che hanno preso parte a un progetto bandito dall’Agenzia Esprit per l’inserimento lavorativo con fondi europei) scaricano la merce e la selezionano. I prodotti vengono suddivisi per quantità seguendo le indicazioni fornite dai servizi territoriali relative alla composizione del nucleo familiare destinatario del pacco.
Le casse contenenti la merce, una volta caricate sui mezzi messi a disposizione dalla CFT, vengono consegnate dai tre operatori ai punti raccolta individuati sul territorio. In totale si tratta di sette luoghi sul territorio fiorentino: nel quartiere 1 in via de Macci e via delle Carra; nel quartiere 2 la consegna avverrà a domicilio e presso la Chiesa dei Sette Santi; nel quartiere 3 i punti sono in via Tagliamento e al Galluzzo; al quartiere 4 in via Assisi e al quartiere 5 in via Reginaldo Giuliani.
La consegna agli utenti viene effettuata a cura delle reti del volontariato. Gli utenti nella prima fase saranno 500 di cui 142 famiglie, 42 persone sole prevalentemente anziani e 178 minori. Si tratta di persone individuate dai servizi sociali tra gli utenti dei Siast. Le consegne avverranno il martedì e il giovedì. Il venerdì frutta, verdura e pesce viene invece destinato alle mense della Caritas.
Sulla necessità di affrontare i bisogni espressi dal corpo sociale con un’azione sinergica fra varie forze ed energie ha insistito l’assessore Saccardi, che ha sottolineato: ““Soltanto lavorando insieme riusciremo a garantire le risposte ai bisogni”.
Il presidente di Mercafir Falchetti ha ricordato che “quando sono diventato presidente di Mercafir una delle prime cose che ho notato è stata la quantità di merce che finiva tra i rifiuti. Frutta e verdura che, per l’organizzazione e la tempistica della catena di distribuzione, rimaneva invenduta pur essendo ancora buona e utilizzabile. Era quindi necessario accorciare i tempi per far arrivare i prodotti all’utente finale e il sistema previsto in questo progetto lo consente. Grazie al lavoro dei grossisti, che si sono resi disponibili a donare gratuitamente la propria merce, agli addetti della CFT che trasportano frutta e verdura nel magazzino di stoccaggio, e ovviamente agli operatori dei servizi sociali sarà possibile distribuire i prodotti a chi ne ha bisogno. E al tempo stesso ridurre la quantità di rifiuti da smaltire, con anche una riduzione di costi”.
Dal canto suo, Don Stinghi ha sottolineato il valore del lavoro come passo fondamentale per il reinserimento dei ragazzi nella vita sociale della città: “L’occupazione rappresenta di un passaggio fondamentale per il reinserimento dei nostri ospiti nella società e negli ultimi tempi non è facile reperire occasioni di lavoro”. 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »