energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mercantia: sapienza artigianale tra libri, conchiglie e specchi Notizie dalla toscana

Certaldo – Sarà una “Santa Allegria” declinata non solo nello spettacolo, ma anche nell’artigianato, quella che troveremo a Certaldo (Firenze) da mercoledì 10 a domenica 14 luglio 2019  per l’edizione numero 32 di Mercantia – Festival internazionale del Quarto Teatro.

Il tema viene reinterpretato in artigianato, arte ed installazioni curate da Francesca Parri di Exponent, che spiega: “Ho individuato quattro oggetto simbolo: il libro, la conchiglia, lo specchio, il cerchio, come simboli di conoscenza, rinascita, verità, eternità. Quattro simboli traslati in altrettante installazioni artistiche per gioire, stupire, amare. Installazioni artistiche da un lato e poi, dall’altro, ci saranno come sempre decine di artigiani al lavoro dal vivo in ogni parte del borgo, tra lavorazione dei metalli, tessitura, intreccio, intaglio e intarsio del legno.”

Queste le installazioni. In via Costarella, Las Conchas, Installazione a cura di Exponent con gli artigiani di Mercantia ’19 inspirata alla Casa de las Conchas di Salamanca. Ogni conchiglia è stata realizzata da un artigiano presente in questa edizione della Festa. Una giuria premierà, durante la manifestazione, i migliori tre artisti.

Fili, Mostra/installazione di Fil di Ferro nella chiesa di San Tommaso e Prospero, a cura di Monica e Giacomo dell’atelier Fil di Ferro di Podenzano, Piacenza.

Liber, in palazzo Pretorio, installazione a cura di Patrizio Arrighi, Serena Tani, Luca Vanni. Leggere è libertà, conoscenza, pensiero, piacere. Tre artisti intrecciano le loro suggestioni e il loro sapere per creare con materiali diversi, cartone, carta, ceramica, una maestosa e scenografica installazione.

Il cerchio, nel vicolo dell’Osteria, Installazione a cura di Exponent, il cerchio come simbolo universale di perfezione rappresenta l’infi nito del cielo, l’eternità, con cerchi blu luminosi sospesi, a segnare il percorso.

Specchi, nel chiostro degli Agostiniani, a cura di Federico Melani, un’installazione realizzata con totem specchiati di dimensioni diverse, avvolti da bagliori, ombre, colori.

Ed infine in Palazzo Giannozzi le Città Improbabili di Alessandra Borsetti Venier ed i suoi libri-opera: una sperimentazione di forme per nuovi ambiti di possibilità del leggere. Libri aperti nella più ampia accezione, chiamati alla visione tattile e al piacere dei sensi.

Circa 50 poi le lavorazioni artigianali dal vivo in Certaldo Alto, ed altrettanti i banchi del mercatino nella parte bassa del paese per una Mercantia che unirà come sempre alla meraviglia dello spettacolo quella della sapienza e tradizione del lavoro artigianale.

 

ORARIO: ogni sera dalle ore 19.00 alle ore 01.00.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »