energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mercato D: Foligno-Sangio, pronti Gardiol e Cavagna Sport

Firenze – In subbuglio il mercato degli svincolati per Foligno e Sangiovannese con Gardiol e Cavagna. Il difensore sudamericano e l’esterno sinistro d’attacco, ex Arezzo, due rinforzi d’eccellenza per due formazioni in evidenza. In crescendo gli umbri, in sollucchero i valdarnesi. Alla corte di Pierfrancesco Battistini, impegnato a Coverciano nel Cordo di allenatori di Prima Categoria Master Uefa, a Foligno, nel Girone E di Quarta Serie, il centrale difensivo uruguagio, Carlos Daniel Santucho Gardiol. Che sbarca in Italia dopo tanta esperienza di classe superiore all’estero. Il trentenne, in attesa di poter scendere in campo dopo l’iter burocratico internazionale, nella causa dei Falchetti, vanta, fra l’altro, presenze in squadre prestigiose. A cominciare dal Liverpool, per finire ai cileni del Rampla Juniors, passando per l’Universidad de Conception. Quindi ecuadoregni dell’Olmedo oltre ai connazionali del Durazno. Tutti undici di Serie A dei vari Paesi. Con questo arrivo, già formalizzato dagli umbri che cercano di risalire la graduatoria dopo un incerto inizio ed il cambio di guradia in panca, fulignati, certamente, che acquistano spessore tecnico. Rispetto alle altre compagini in gioco.

Insomma, ancora una volta gli affari degli svincolati vanno in porto. Anche oltreoceano. Nello stesso raggruppamento in attesa di tesseramento dopo l’accordo di massima col presidente Lorenzo Grazi, pronto a vestire la maglia Sangio, Matteo Cavagna, 31 anni, nativo di Bergamo. Dopo gli inizi nelle Giovanili del Milan, il bravo calciatore lombardo, si è diviso fra undici della sua regione, l’Umbria e la Toscana. Su tutto, sette anni fa, 8 partite in serie B con l’Arezzo di Cari e del grande numero uno Mancini, quindi, Foligno in Prima Divisione, con continui andirivieni fra prestiti temporanei ed altre formule, fra le due società. Spiccano presenze a Lecco in Seconda Divisione e nel Mantova, fino alla rescissione dello scorso gennaio. In mezzo, D alla Pro Sesto, con una quarantina di reti in 210 partite. Ora, al lavoro col procuratore Ohne Berater per chiudere ufficialmente e dare a Gennaro Ruotolo un fiore di giocatore, che, di sicuro, farà sognare l’ambiente sportivo. Già al settimo cielo per le ottime prestazioni della compagine del cuore. Pur, naturalmente, tutti coi piedi per terra.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »