energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mercato D, Siena, Nocentini verso il rientro alla Sangio, 10 anni dopo Sport

Firenze – Un addio previsto dal Siena, club con un piede e mezzo in C, all’orizzonte del primato finale nel Campionato Nazionale di Quarta Serie, Girone E. Quello di Gianluca Nocentini, appena arrivato da Pistoia, portato dall’ex tecnico arancione ora nel clan bianconero del Presidente Antonio Ponte, Massimo Morgia, in inizio stagione. Poco utilizzato con metà torneo alle spalle, in procinto di tornare a casa. Alla futura Sangiovannese, l’attuale SanGiovanniValdarno, nel 2015-2016. A pochi chilometri da Figline, sua città natale dove abita tuttora. Dopo ben una decina d’anni d’assenza per il noto e popolare centrale difensivo, alla soglia dei 37 anni, peraltro compiuti da qualche mese. Una sorta di soglia di fine carriera col rientro, usuale in molti giocatori di prestigio con B per tanti anni, vicino alla propria sede di residenza. Scadendo il contratto colla società della Città del Palio con sole 15 presenze nel 2014-2015, da indiscrezioni attendibili, ancora con la famosa maglia azzurra addosso dal primo luglio prossimo. Dopo che era stato più volte, nelle ultime tornate prima di approdare a Pistoia e Siena, in contatto col sodalizio azzurro del Presidente Lorenzo Grazi. Inizio di carriera tutta a San Giovanni con trafila dalle Giovanili fino alla Prima Squadra. Dove fra il ’98 ed il 2007 ha giocato con l’allora Sangiovannese la bellezza di 221 incontri. Lasciando la patria natale di Masaccio nell’estate 2007 per Lucca, con 31 partite colla Lucchese in C1. Poi B a Cagliari, Frosinone e Cittadella con un’ottantina di presenze totali nei cadetti. Con la parentesi del 2009-2010 di Taranto in Prima Divisione con 5 visti. Quindi Sorrento, stessa categoria con 36 incontri dal 2011 al 2013, in due tronconi. Intervallandoli con Pistoiese in D nel 2013-2014 con 24 attestazioni. Vincendo il relativo campionato e portando gli arancioni in Lega Pro. Poi optando per Siena dove però ha all’attivo giornate solo all’approccio. Facendo, fra l’altro uno della decina di centri in tutta la carriera proprio alla seconda di andata il 14 settembre scorso, all’Artemio Franchi contro la sua vecchia squadra della Sangio, pur ripartita con nuovo nome dopo il fallimento della precedente gestione valdarnese. L’altra marcatura, in Coppa, colla maglia senese colla Pianese nel primo match dei preliminari della competizione. Ora il tanto atteso preannunciato rientro fra i ranghi azzurri per la gioia dei sostenitori dell’ambiente del Marzocco.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »