energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Mercato immobliare, a Firenze rallenta per mancanza di offerta di immobili Breaking news, Cronaca

Firenze – Il mercato immobiliare di Firenze rallenta.  Non è l’inflazione e il rialzo dei mutui a pesare, che sembrano scoraggiare solo una percentuale contenuta di potenziali acquirenti, ma soprattutto una carenza nell’offerta di immobili, a fronte di una richiesta che rimane elevata e a cui quindi non c’è una adeguata risposta.

 “L’incremento dei tassi di interesse ha un suo effetto, ma non determinante come si dice. Il vero problema in questa fine di 2022 è che i proprietari in genere sono incerti sul vendere i propri immobili – spiega Angelo Mirabelli di ReMax Ideale – perché pensano che i prezzi di mercato non siano adeguati e che quindi ci sia una sottostima. Insomma, vorrebbero valori al metro quadro più elevati, come se il rialzo dell’inflazione potesse a sua volta spingere in alto le case. E quando vengono in agenzia noi gli spieghiamo che ad oggi questo non solo non è praticabile ma non si può neanche ipotizzare un aumento a breve termine. Anche perché è proprio la scarsità nell’offerta a incidere sull’andamento dei valori e a determinare una certa stabilità delle quotazioni. Non si prevedono aumenti almeno per i prossimi mesi. Mentre la grande richiesta di oggi potrebbe far strappare loro condizioni vantaggiose in tempi di vendita assai contenuti: in un mese si può completare una compravendita con tutte le garanzie del caso”.

Angelo Mirabelli

“Una carenza nell’offerta – prosegue Mirabelli – che si evidenzia anche per quanto riguarda il mercato dell’affitto. Ci sono diverse zone in Firenze città dove reperire immobili in locazione è diventato difficile – si va da tutta la zona sud come Gavinana, a Campo di Marte ma anche a Soffiano – e questo contribuisce a mettere in difficoltà quelle famiglie che sono alla ricerca di una soluzione abitativa”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »