energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mercoledì 16 aprile Idee per la sera

Teatro Verdi – Pisa
KAZE MONONOKE

Alle ore 21 uno spettacolo, KAZE MONONOKE, che non si può costringere in un unico genere ma che è frutto della contaminazione artistica dei DaCruDanceCompany, un progetto nato nel 1996 dall'unione dei danzatori e coreografi Marisa Ragazzo e Omid Ighani, che combinano la loro diversa formazione artistica, accademica per la prima e street per il secondo in un codice artistico fortemente innovativo.  Contaminando stili e linguaggi, sperimentano da subito la danza urbana mescolata al concetto del teatro come spazio fisico dando vita ad un percorso innovativo, fondendo il gesto tecnico dell’hip hop con quello dell’house, della danza contemporanea, del jazz rock e del breaking più innovativo. Nel 2008 approdano sul palcoscenico del Malibran-Fenice di Venezia, con il debutto di Le Roi, tributo alla lucente e breve vita di J.M.Basquiat. 

 La compagnia, Samar Khorwash, Paolo Ricotta, Serena Stefani, Claudia Taloni, Afshin Varjavandi, Tiziano Vecchi, racconterà con modalità estremamente singolari una delle più affascinanti tradizioni giapponesi, la fioritura dei ciliegi. Una narrazione fatta di inganni visivi, che si snoda attraverso i più estremi e innovativi codici di linguaggio artistico in cui i danzatori interagiscono con ciò che accade alle loro spalle, la proiezione di immagini – visual artist Samar Khorwash – pensata come una voce muta che racconta, descrive e sottolinea la vita, ora di un petalo ora d’un sentimento. Un incanto da raccontare e soprattutto da vivere come l'hanami: la fioritura dei ciliegi incanta gli uomini che, estasiati, si lasciano cadere addosso i fragili petali spinti dal vento. Protagonisti sono il vento, Kaze, e i petali che, cadendo al suolo con una velocità di 5 cm al secondo, diventano, per la brevità della loro esistenza, per la delicatezza e il loro colore pallido, simbolo di fragilità e di bellezza estrema. 


Caffè letterario Le Murate – Firenze      
MORDI IL MONDO

Viaggio intorno e dentro le culture.
Ore 20. Un appuntamento settimanale fra continenti, paesi e aree culturali lontane e vicine,  un'occasione  per  viaggiare attraverso la musica,  la cucina,  la danza, espressioni delle tradizioni antiche e contemporanee. Questa settimana vi proponiamo le atmosfere,  le sensazioni e  i sapori del Marocco.
MAROCCO
Cena con specialità di cucina marocchina – è gradita la prenotazione
h 22:30  –  Concerto
LE DANZE DI GEA
Di e  con Gaia Scuderi
Spettacolo allegro e coinvolgente. Saranno proposte coreografie di diverso genere sempre all'interno della danza del ventre.

Università di Siena
La giornalista e scrittrice Violetta Bellocchio sarà ospite dell’Università di Siena mercoledì 16 aprile,  per un incontro pubblico in occasione dell'uscita del suo ultimo libro “Il corpo non dimentica”, edito da Mondadori.
Interverranno all’incontro, insieme all’autrice, nell’aula magna storica del palazzo del Rettorato, alle ore 17.30, Silvia Costantino, critica letteraria e blogger, e Monica Masti, referente del progetto Europe Direct Siena, moderate dalla giornalista Giulia Maestrini.
Il libro di Violetta Bellocchio è un esempio di “nonfiction”, progetto su cui l'autrice lavora da tempo anche attraverso la creazione della rivista letteraria on line “Abbiamo le prove”, che pubblica una storia vera al giorno, dal lunedì al sabato, raccontata dalla donna italiana a cui è successa. 
Alle 20.30 altro appuntamento con la scrittrice con l’iniziativa “Scrivi come mangi”, organizzata dall’associazione culturale Topi Dalmata nello spazio teatrale Casa di via Lucherini 6. Una cena-incontro durante la quale gli ospiti si confronteranno in maniera informale e conviviale con Violetta Bellocchio, sul suo lavoro, sul suo libro e sul suo modo di fare narrativa.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »