energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mercoledì 5 marzo Idee per la sera

Hard Rock Cafe – Firenze
The Carnabys – ore 21,30

The Carnabys sono i testimonial della campagna Street to Sanctuary di Hard Rock Cafe che per i mesi di Febbraio e Marzo raccoglie fondi per la Bombay Teen Challenge, organizzazione che si prefigge di aiutare e supportare le donne e i bambini vittime della schiavitù sessuale nel quartiere a luci rosse di Bombay (Mumbai), India. Con l'acquisto anche di un solo braccialetto a edizione limitata si sosterranno concretamente alcuni progetti, come la realizzazione di rifugi per i bambini nel quartiere a luci rosse di Bombay, case "Jubilee", rifugi per i bambini orfani a causa dell'AIDS, un centro medico per la cura di HIV nel quartiere a luci rosse.

The Carnabys, Ben, Jack, Jamie, Mike e Alex, poco più che ventenni sono molto attesi a Firenze per portare quella promettente ventata di futuro del blasonato rock inglese che, a 50 anni dall’inizio della British Invasion, ancora conquista il mondo.

La band è stata vincitrice mondiale di HARD ROCK RISING di Hard Rock, il contest che li ha visti trionfare su 12.000 gruppi concorrenti guadagnando l’apertura del concerto di Bruce Springsteen al festival Hard Rock Calling di Londra, e un tour mondiale con tappe a Hong Kong, Sidney, Tokyo, Honolulu e Chicago.
Nella giuria di qualità che li ha valutati vi erano, fra gli altri, Steve Van Zandt, leggendario chitarrista della E Street Band di Springsteen, James Walsh degli Starsailor e Phil Manzanera dei Roxy Music che sulla giovane band londinese ha commentato: “Ho visto il futuro e il futuro sono i Carnabys”.

Oggi The Carnabys, dopo che le radio inglesi hanno già assaporato alcuni loro singoli, hanno appena terminato le sessioni di registrazione per l’atteso album di debutto masterizzato nei prestigiosissimi studi di ABBEY ROAD a Londra, proprio dove i BEATLES hanno inciso tutti i loro LP, nonché il loro ultimo “ABBEY ROAD” (1969) con la celebre copertina che li ritrae sulle strisce pedonali della via, oggi vero e proprio luogo di culto.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »