energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Middle East Now 2020: cinema e cultura dal Medio Oriente Cinema

Firenze – Quasi intatto nella concezione e nell’offerta di cinema e di tutto quello che fa cultura il Festival Middle East Now 2020 presenta una rassegna dei migliori film prodotti nel mondo arabo e mediorientale , dall’Algeria all’Afghanistan.

Nel marzo scorso il programma era praticamente fatto e i direttori artistici di una dei festival internazionali più importanti non solo della città, Lisa Chiari e Roberto Ruta, sono riusciti a confermarne una grande parte mettendo a punto un programma di “storie del mondo” su sei giorni (dal 6 all’11 ottobre) con una parte in presenza fisica al cinema La Compagnia, al cinema Stensen e al Murate Art District, e una parte sulle piattaforme digitali di MyMovies e PiùCompagnia. Non mancano neppure le mostre (il progetto speciale fotografico 7X7. Seven By Seven e il Medio oriente a fumetti) e il tradizionale assaggio di prodotti enogastronomici.

In totale i film in programma sono 37 premiati nei migliori festival internazionali (13 cortometraggi, 21 anteprime italiane, 10 anteprime internazionali e 2 mondiali. Apre il documentario iraniano Sunless Shadows alla presenza del regista Mehrdad Oskouei, intimo e potente ritratto della vita quotidiana di un gruppo di ragazze in un centro di detenzione minorile iraniano (miglior regia al festival IDFA di Amsterdam). Chiude il film debuttato a Venezia, Gaza Mon Amour, alla presenza dei registi Tarzan e Arab Nasser. Dove un pescatore sessantenne, intenzionato a chiedere all’amata di sposarlo, viene ostacolato nei suoi piani da un’antica statua di Apollo che si impiglia nelle sue reti.

(Programma: https://www.stamptoscana.it/middle-east-now-festival-anteprime-ospiti-e-approfondimenti/)

Il tema dell’11 edizione del festival che è diventato un appuntamento atteso nel  panorama della cultura cinematografica fiorentina èVisual Voices”: il racconto di come le espressioni culturali visive siano strumenti attivi di impegno sociale in Medio Oriente, di come “immagini e voci” assieme – spiegano gli organizzatori – lancino messaggi forti di cambiamento, oggi più che mai necessari”.

Tra le novità Music for Films focus sulle colonne sonore con ospite speciale il talentuoso musicista Omar Fadel, compositore pluripremiato di film, serie Tv e video games.  Fadel presenterà tre pellicole da lui musicati.

L’intero festival 2020 con l’introduzione di un premio speciale è dedicato a Felicetta Ferraro, la studiosa del mondo iraniano, fondatrice di una casa editrice di testi di scrittori iraniani contemporanei scomparsa l’anno scorso che è stata una consulente e operatrice culturale preziosa per tutte le edizioni del festival.

Fotografie della mostra “SEVEN by SEVEN”, curata da Roï Saade e co-prodotta assieme a MAD Murate Art District

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »