energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Middle East Now Festival: anteprime, ospiti e approfondimenti. Cinema

Firenze – Martedì 6 ottobre parte la nuova edizione del Middle East Now Festival. Con un programma cinematografico pieno di anteprime, ospiti speciali e approfondimenti.

In apertura il documentario Sunless Shadows alla presenza del regista Mehrdad Oskouei, intimo e potente ritratto della vita quotidiana di un gruppo di ragazze in un centro di detenzione minorile iraniano, nonché miglior regia al festival IDFA di Amsterdam.

Mercoledì 7 il film Noah Land, dove le ultime volontà di un uomo, di essere sepolto sotto un albero piantato da bambino, vengono ostacolate dagli abitanti che credono la pianta sacra e collocata lì da Noè. Con Q&A in collegamento con il regista Cenk Ertürk.

Giovedì 8 un un road movie nell’Egitto profondo, che con tono leggero parla di tabù religiosi ed esclusione: Yomeddine di Abu Bakr Shawky, con Q&A finale in collegamento con il compositore Omar Fadel.

Venerdì 9 l’iraniano The Wasteland alla presenza del regista Ahmad Bahrami, vincitore del Premio Orizzonti per miglior film all’ultimo festival di Venezia. Un mattonificio, dove lavorano famiglie di etnie diverse, sta per chiudere e il sorvegliante si trova diviso tra fedeltà al padrone e desiderio di proteggere la donna di cui è da tempo innamorato.

Sabato 10 Between Heaven and Earth, alla presenza della regista Najwa Najjar e del produttore, è invece la storia di una coppia palestinese, dove l’uomo, che per la prima volta si trova a valicare il checkpoint israeliano per chiedere il divorzio, incappa in uno scioccante segreto che riguarda il passato del padre.

Domenica 11 segnaliamo inoltre Ayouni, con la partecipazione di Machi Dall’Oglio (sorella di Paolo Dall’Oglio) e della giornalista Viviana Mazza (Corriere della Sera).

E il film di chiusura, debuttato a Venezia, Gaza Mon Amour, alla presenza dei registi Tarzan e Arab Nasser. Dove un pescatore sessantenne, intenzionato a chiedere all’amata di sposarlo, viene ostacolato nei suoi piani da un’antica statua di Apollo che si impiglia nelle sue reti.

Tra le novità anche “Music for Films”, focus sulle colonne sonore con Omar Fadel, musicista e pluripremiato compositore di film, serie tv e video games.

Per il programma completo di film in sala, film online, incontri ed eventi extra si rimanda al sito middleastnow.it. Sotto il programma dei film in sala.

Cinema La Compagnia, via Cavour 50r  tutti i film sono in lingua originale con sottotitoli inglesi e italiani

Martedì 6 ottobre

ore 21.00
Welcome “Music for film” del compositore Omar Fadel (5′)

a seguire
THE TRAP di Nada Riyadh (Egitto, Germania, 2019, 20’)
a seguire
SUNLESS SHADOWS di Mehrdad Oskouei (Iran, Norvegia, 2019, 74’) – anteprima alla presenza del regista

Mercoledì 7 ottobre

ore 15.30
BROTHERHOOD di Meryam Joobeur (Tunisia, Canada, Qatar, Svezia, 2018, 25’) – anteprima
a seguire
WATERPROOF di Daniela König (Giordania, Germania, 2019, 88’)

ore 18.00
STARVATION di Zahra Rostampour (Iran, 2018, 8’)
a seguire
SHOUTING AT THE WIND di Siavash Jamali, Ata Mehrad (Iran, 2018, 62’) – anteprima alla presenza del regista e del compositore

ore 21.00
THE YELLOW, THE CAT, THE KAYAKERS AND THE HOST di Esme Madra (Turchia, 2019, 19’) – anteprima, con Q&A in collegamento con la regista
a seguire
NOAH LAND di Cenk Ertürk (Turchia, Germania, USA, 2019, 109’) – con Q&A in collegamento con il regista

Giovedì 8 ottobre

ore 15.30
ELEPHANT BIRD di Amir Masoud Soheili (Afghanistan/Iran, 2019, 15’)
a seguire
143 RUE DU DESERT di Hassen Ferhani (Algeria, Francia, Qatar, 2019, 100’) – anteprima, con Q&A in collegamento con il regista

ore 18.00
COAST di Özkan Bal (Turchia, 2019, 4′)
a seguire
IN SEARCH OF OIL AND SAND di Wael Omar, Philippe Dib (Egitto, USA, 2012, 59’) – con Q&A in collegamento con il regista e con il compositore Omar Fadel

ore 21.00
HAJWALAH di Rana Jarbou (Arabia Saudita, 2015, 21’) – anteprima
a seguire
YOMMEDINE di Abu Bakr Shawky (Egitto, Austria, USA, 2018, 97’) – con Q&A in collegamento con il compositore Omar Fadel

Venerdì 9 ottobre

ore 15.30
COMMAND di Farshid Abdi (Kurdistan, Iran, 2019, 5′)
a seguire
ZHIRLEH di Bahar Rouhani (Kurdistan, Iran, 2019, 63’) – anteprima

ore 17.30
COUNTRYMAN di Hassanein Khazaal (Iraq, Francia, 2019, 5’) – alla presenza del regista
a seguire
TINY SOULS di Dina Naser (Giodania, Qatar, Francia, Libano, 2019, 86’) – anteprima, con Q&A in collegamento con la regista

ore 21.00
LIFE’S GONE WITH THE WIND di Siavash Saedpanah, Omid Gharibi (Iran, 2019, 6’)
a seguire
THE WASTELAND (DASHTE KHAMOUSH) di Ahmad Bahrami (Iran, 2020, 103′) – alla presenza del regista

Sabato 10 ottobre

ore 11.00
THE UNITED di Amin Matalqa (USA, Giordania, 2012, 96’)

ore 15.30
THE FRIEND’S HOUSE di Mohammad Reza Eyni (Iran, Francia, 2019, 60’) – anteprima alla presenza del regista
a seguire
CUTTING THROUGH ROCKS di Sara Khaki, Mohammad Reza Eyni (Germania, Iran, 2020, 15’) – anteprima alla presenza dei registi

ore 17.30
THE WEDDING DRESS di Mohammed Salman (Arabia Saudita, 2016, 24’) – anteprima, introduce Laura Aimone (curatrice del focus)
a seguire
BEIRUT, LA VIE EN ROSE di Èric Motjer Pintu (Spagna, Libano, 2019, 73’) – anteprima

ore 21.00
SELFIE ZEIN di Amira Diab (Palestina, 2019, 11’)
a seguire
BETWEEN HEAVEN AND EARTH di Najwa Najjar (Palestina, Islanda, Lussemburgo, 2019, 95’) – anteprima alla presenza della regista e del produttore

Domenica 11 ottobre

ore 11.00
AYOUNI di Yasmin Fedda (Uk, Qatar, 2020, 75′) – con la partecipazione di Machi Dall’Oglio (sorella di Paolo Dall’Oglio) e della giornalista Viviana Mazza (Corriere della Sera)

ore 15.30
SILENT LIGHTHOUSE di Payam Laghari and Farshad Qaffari (Kurdistan, Iran, 2018, 1′)
a seguire
LES HIRONDELLES DE KABOU di Zabou Breitman and Eléa Gobbé-Mévellec (France, Switzerland, Luxembourg, 2019, 81′)

ore 17.30
HARMONICA di Ashkan Saedpanah (Kurdistan, Iran, 2019, 16′)
a seguire
FORMERLY YOUTH SQUARE di Mina Akbari (Iran, 2019, 70′) – anteprima, introduce la giornalista Viviana Mazza (Corriere della Sera)

ore 21.00
PREMIAZIONI
a seguire
MARADONA’S LEG di Firas Khoury (Palestina, Germania, 2019, 23’)
a seguire
GAZA MON AMOUR di Tarzan e Arab Nasser (Palestina, Francia, Germania, Portogallo, Qatar, 2020, 88′) – alla presenza dei registi

Print Friendly, PDF & Email

Translate »