energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Middle East Now: Sophie, la guerra e il perdono Foto del giorno

Firenze – Primo al botteghino dei cinema libanesi, in programmazione nelle sale di tutto il mondo arabo medio-orientale e persino in Siria, per quanto possibile a causa della guerra in corso: il film commedia Solitaire che affronta il difficile tema delle terribili eredità di rancore, razzismo, lutto mai superato delle guerre fra Libano e Siria ha ricevuto applausi e consensi nella quarta giornata del Middle East Now, il festival che racconta il Medio oriente contemporaneo attraverso il cinema, l’arte, la musica e il cibo.

Sophie Boutros, giovane regista libanese alla sua prima opera, racconta la storia di Therese, il cui amato fratello è stato ucciso da una bomba in Siris venti anni fa e che non ha mai perdonato i siriani e anzi odia e respinge tutto ciò che viene dal Paese vicino. Quando scopre che il fidanzato della figlia è siriano e che dovrà conoscere e festeggiare i nuovi futuri consuoceri, mette in atto macchinazioni per mandare all’aria il fidanzamento.

Con situazioni comiche ben riuscite, Sophie mette in evidenza le conseguenze della guerra sui rapporti fra popoli  e come alla fine è importante recuperare il sentimento fondamentale della solidarietà umana.

 

Nella foto: Sophie Boutros, a destra, con Lisa Chiari e Roberto Ruta, gli organizzatori del Middle East Now Festival

Print Friendly, PDF & Email

Translate »