energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Alluvione del Magra, migliora la situazione ad Aulla Notizie dalla toscana

A due giorni dall'ondata di piena del Magra, lieve miglioramento nel Comune di Aulla (Massa Carrara) e negli altri comuni della Lunigiana. Tornata l'elettricità, ma restano problemi per l'erogazione dell'acqua potabile e del gas, e nelle telecomunicazioni. Inoltre restano ancora isolate alcune frazioni, in particolare quella di Parana nel Comune di Mulazzo raggiunta ieri sera solo grazie agli elicotteri. Tutte le altre zone che ieri erano ancora isolate sono state raggiunte dalle squadre dell'esercito e del Corpo forestale. Ponti crollati e strade interrotte dagli smottamenti impediscono le vie di terra. Alcuni negozi nel centro di Aulla, quelli non devastati da acqua e fango, hanno riaperto i battenti.
Le due cucine da campo allestite ieri per il primo pasto caldo agli sfollati, stamattina sono già in funzione. Oggi si attende per oggi la visita del responsabile nazionale della Protezione civile, Franco Gabrielli, mentre nelle strade continua il lavoro dei volontari della Protezione civile per liberare abitazioni e scantinati dall'acqua e dal fango.

Si spera, entro la serata, di riaprire al traffico anche la A12 su una carreggiata, mentre ci vorra' almeno un giorno di lavoro per rimuovere i detriti dalla linea ferroviaria La Spezia-Genova interrotta tra Monterosso e Corniglia per una grossa frana lunga due chilometri. Resta chiusa la A15 della Cisa.

Il bilancio del disastro è provvisorio, sei vittime accertate in Liguria e Toscana. La sesta vittima è stata estratta dalla casa crollata a Borghetto di Val di Vara, dove i soccorritori sono increduli. I vigili del fuoco del contingente Sondrio arrivati poco dopo le 6 del mattino a Borghetto, per unirsi alle squadre di ricerca: ''Non immaginavamo una cosa del genere, e' terribile''. Ci si domanda disperati come i dispersi, purtroppo tanti, possano essere sopravissuti al mare di fango e al freddo della notte, ma non si perde la speranza e il senso del dovere: Non e' finita – dicono i carabinieri – finche' non troviamo gli altri per noi sono e restano vivi''. Più di 100 militari dell'esercito e altri 100 vigili di fuoco arriveranno. In Liguria i comuni più colpiti restano Borghetto, Brugnato, Rocchetta Vara, Zignago in Val di Vara e Monterosso, Vernazza e Corniglia alle Cinque Terre, dove alcuni abitati son raggiungibili solo via mare.
I danni causati ammonterebbero a circa 90 milioni di euro.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »