energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Minerale extraterrestre conservato al Museo di Storia Naturale di Firenze Innovazione

Il campione, conservato nel Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze, rappresenta molto probabilmente un nuovo tipo di corpo extraterrestre databile 4,5 miliardi di anni fa.
Il quasicristallo mostra una simmetria pentagonale ottenibile fino ad oggi solo artificialmente. La scoperta di questo prezioso esemplare individuato in un campione di roccia appartenente alle collezioni mineralogiche del Museo di Storia Naturale fiorentino, fu pubblicata nel 2009 sulla prestigiosa rivista Science.
Si tratta di un significativo risultato che contribuisce a sviluppare le conoscenze nel settore delle scienze mineralogiche e cristallografiche sia nello studio della fisica allo stato solido. È dimostrato, secondo i ricercatori, che i quasicristalli sono in grado di formarsi spontaneamente in natura e restare stabili per tempi geologici.
La scoperta offre interessanti informazioni circa l’origine del nostro sistema solare. L’indagine della composizione dei materiali costituenti il quasicristallo, infatti, permette di comprendere come essi si siano formati in un periodo contemporaneo alla formazione del nostro sistema solare.
Infine, gli isotopi di ossigeno osservati sono risultati simili ad altri già noti e appartenenti a una categoria di meteoriti conosciute come carbonacee. Si tratta dunque di un nuovo corpo extraterrestre formatosi da collisioni tra meteoriti e asteroidi.
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »