energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il ministro Padoan ospite dell’Università di Siena STAMP - Università

Siena – Si terrà a Siena dal 3 al 5 ottobre prossimi la XXII edizione del Convegno di Pontignano, il più importante e prestigioso appuntamento anglo-italiano, organizzato dal British Council e dall’Ambasciata Britannica in Italia, in collaborazione con l’Università di Siena e il St. Anthony’s College of Oxford.

Il Convegno di Pontignano, nato nel 1993, riunisce ogni anno politici, imprenditori, esponenti del mondo accademico, giornalisti e opinion maker italiani e britannici per affrontare alcune delle questioni chiave per l’Italia, il Regno Unito e il resto d’Europa.

Giunto alla sua XXII edizione, il Convegno sarà presieduto da Lord Chris Patten e dall’ex Presidente del Consiglio italiano Enrico Letta, succeduto lo scorso anno a Giuliano Amato nella carica di chairman italiano del convegno.

Al centro di questa edizione un tema che, nell’anno che ha visto il rinnovo del Parlamento e della Commissione Europea e a pochi giorni dal referendum scozzese, non poteva essere più appropriato: “Meglio insieme o divisi? L’Europa vista dall’Italia e dal Regno Unito”.

I lavori prenderanno il via venerdì 3 ottobre alle 17:30 presso l’Aula Magna dell’Università di Siena. Dopo i saluti del Rettore dell’Università di Siena, Prof. Angelo Riccaboni e del sindaco di Siena Bruno Valentini, prenderà la parola il Ministro italiano dell’Economia, Pier Carlo Padoan, per una relazione che si concentrerà sulle sfide che attendono Italia, Regno Unito ed Europa nella competizione sul mercato globale. I due co-presidenti, Lord Patten ed Enrico Letta, prenderanno quindi la parola per introdurre il dibattito, una sessione aperta con domande e interventi dal parterre, cui prenderanno parte Ngaire Woods, preside della Blavatnik School of Government dell’Università di Oxford, David Willetts, già Ministro dell’Università e della Scienza di Londra e oggi parlamentare di Westminster, Stefania Giannini, Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, e Deborah Bergamini, parlamentare. La sessione del venerdì è l’unica aperta alla stampa.

Il dibattito proseguirà il sabato e la domenica a porte chiuse e nel rispetto della Chatham House Rule* presso la Certosa di Pontignano, dove la discussione sarà incentrata su quattro aree tematiche che aiuteranno Italia e Regno Unito a comprendere se nell’UE si stia ‘meglio insieme o divisi’ e come conservare un peso politico ed economico in ciascuno dei due casi. Secondo Italia e Regno Unito, come può l’Unione europea contribuire ad affrontare i problemi che i due Paesi hanno di fronte? Su cosa Italia e Regno Unito sono in disaccordo rispetto al ruolo attuale e futuro dell’UE? Siamo a favore di un’UE meno compatta o di una sua maggiore integrazione? Cosa possiamo imparare l’uno dall’altro?

La sessione conclusiva della domenica mattina proseguirà alla Certosa con un confronto su un tema di attualità liberamente scelto dai delegati.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »