energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Missione, “salvare il cinema”: nasce la nuova task force Breaking news, Cultura

Firenze – Sale cittadine  minacciate dalla crisi, calano i biglietti, si tira giù il bandone. Se questa è la realtà cittadina (e non solo), da Palazzo Vecchio si affaccia la reazione: un tavolo operativo sul cinema, una vera e propria ‘task force’ per salvaguardare il patrimonio, anche culturale, delle sale fiorentine. Il primo step è avvenuto oggi in Palazzo Vecchio, dove, nella Sala degli Otto, si è tenuta la prima riunione a cui hanno partecipato il sindaco e assessore alla cultura Dario Nardella, l’assessore allo sviluppo economico Giovanni Bettarini, Agis, proprietari e gestori dei cinema di Firenze, uffici comunali di edilizia, cultura e promozione economica. L’incontro è stato promosso insieme alla senatrice Rosa Maria Di Giorgi, relatrice al Senato della nuova proposta di legge sul cinema.

Da mettere sul tavolo, il dato che rivela che a Firenze il pubblico sarebbe in ripresa e segnerebbe un lieve aumento; lo riconoscono anche  gli operatori cinematografici, pur spiegando che le difficoltà sono serie, com’è stato ricordato nella riunione odierna e facendosi anche portatori di alcune proposte per incentivare il pubblico. Per le sale in centro poi, un punto fondamentale è quello di ricevere aiuto per il parcheggio.

Durante la riunione è stata discussa la nuova legge sul cinema e ne sono state apprezzate in particolare alcune misure, come la tax credit per la programmazione e il fondo fino a 120 milioni per chi ristruttura e investe in nuovi cinema, anche a partire da sale dismesse. Palazzo Vecchio ha annunciato l’abbattimento della Cosap per chi ristruttura e sta valutando una rimodulazione della Tari che prenda come riferimento non più preminentemente la superficie ma la produzione effettiva di rifiuti.

“Da parte del Comune – ha sottolineato il sindaco – voglio rassicurare chi teme cambi di destinazione d’uso delle sale chiuse: non ci saranno, e sono molto perentorio su questo. Dove c’è un cinema non possono nascere negozi o ristoranti”. Dal punto di vista della sosta, Nardella ha anche assicurato l’impegno a verificare la possibilità di agevolazioni per parcheggi e biglietti del bus e tramvia, nonché ad aumentare le rastrelliere accanto alle sale. Tra gli altri impegni, quello di aumentare il coinvolgimento delle scuole e la possibilità per i cinema di entrare nel circuito Plus della Firenze card, che permette promozione turistica mirata. “Oggi abbiamo aperto – ha concluso il sindaco – un canale di comunicazione permanente tra Comune e mondo del cinema e ci metteremo subito al lavoro per dare risposte in tempi brevi. Le sale cinematografiche sono una delle più belle realtà della città: spegnere ogni tanto tv e cellulari e andare davanti al grande schermo arricchisce mente e cuore”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »