energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lacchi: “Stratosferico secondo tempo” Calcio, Sport

In casa arancionera c’è rammarico per la sconfitta arrivata contro il Valdarno di Coppi e Pica. La partita è stata dura e combattuta, soprattutto a centrocampo, e i padroni di casa hanno cercato fino al 95esimo di strappare un punto ai biancoazzurri, ma l’impegno non è bastato ad evitare la terza sconfitta del campionato d'Eccellenza. In sala stampa l’allenatore del Porta Romana, Stefano Lacchi, esprime il suo giudizio in merito alla prova disputata dai suoi ragazzi e coglie l’occasione per fargli i complimenti:

“Abbiamo fatto un secondo tempo stratosferico e devo dire bravi a tutti i miei giocatori, dal primo all'ultimo, risultato a parte.”

Nel momento in cui appariva in maggior difficoltà il San Giovanni ha anche subìto un espulsione, però non siete riusciti a sfruttare la superiorità numerica. Cos’è mancato?
"Dovevamo gestire meglio la palla. Molto spesso mancava l'ultimo passaggio. Forse, per assurdo, abbiamo giocato meglio prima dell'espulsione. Comunque di fronte avevamo senz'ombra di dubbio la squadra più attrezzata e, forse, più forte del girone. Loro hanno giocatori importanti, d'esperienza, qualità, insomma che hanno tutto, sono completi. Peccato, perché abbiamo disputato una partita importante anche noi, soprattutto nel secondo tempo. I miei hanno saputo giocare a pallone, sono stati bravi."

Se non altro siete riusciti a bloccare Pica, il capocannoniere del girone.
"Sì, però il Sangiovanni ha una rosa talmente ampia che può permettersi di sopperire bene alle assenze di tanti elementi. A loro mancavano De Gori e Simoni in difesa, a noi Traversi e Leo. E Conti non stava benissimo, si vedeva. Ma se arriva su quel pallone di Chiarelli…
Ci manca un punto di riferimento là davanti, però i ragazzi che li hanno sostituiti sono stati bravi.

La partita è stata decisa con un calcio di rigore, per il quale ci sono state accese proteste. Era giusta la decisione del direttore di gara? 
C’era forse un fallo, ma non lo so. Il fallo di mano c’è stato, l'hanno visto tutti, ma forse c'era anche in precedenza su uno dei nostri. I ragazzi mi dicono che il nostro era stato spinto da dietro. Peccato, davvero. L'arbitro è stato bravissimo nella gestione della partita, ma forse in due o tre episodi poteva decidere in maniera differente. Però è stato bravo, ha gestito veramente bene."

Print Friendly, PDF & Email

Translate »