energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mobilità urbana e Zcs, Grassi e De Zordo: “Non favorire i furbetti” Cronaca

“E’ naturalmente una provocazione quella di rendere gratuita la sosta su tutto il territorio fiorentino: – affermano i consiglieri del Comune di Firenze Tommaso Grassi e Ornella De Zordo commentando i dati sulle multe elevate dal Comune di Firenze nel 2011 per mancato pagamento del parchimetro – ma se le entrate devono, nonostante il raddoppio di gran parte delle tariffe orarie tra il 2010 e il 2011, ridursi del 30% e i controlli devono quasi azzerarsi come si evince dalle 2541 multe elevate in tutte le zone a sosta controllata (Zcs) nell’intero anno 2011, il Comune ci perderebbe davvero poco dal punto di vista economico e così si eviterebbe una sorta di deregulation della sosta a Firenze che avvantaggia coloro che non pagano la sosta.”
"Non è accettabile che si permetta ai cosiddetti "furbetti della doppia fila" di penalizzare coloro che hanno deciso di prendere il mezzo pubblico – hanno osservato i due ocnsiglieri – , di non inquinare col proprio mezzo a motore e di rispettare l’ambiente.”

“Ugualmente anche per la sosta dei veicoli in seconda fila, soprattutto se questa avviene negli spazi bus o nelle corsie preferenziali , non può vedere un Comune che non interviene non solo per sanzionare, ma anche per disincentivarne la sosta irregolare: ecco perché non riteniamo un errore l’uso della ‘street control’ (attivato a Firenze ad aprile di quest'anno), soprattutto se questa è utilizzata per contrastare le violazioni del codice della strada – – hanno concluso i due consiglieri – che provocano danni ai servizi pubblici come è il trasporto dei bus.

“Crediamo che una cosa sia stata quella di eliminare la vessazione che si era venuta a creare negli ultimi anni quando si sanzionava qualsiasi minima irregolarità nella sosta, diverso invece è il controllo inteso come deterrente atto a far rispettare la normativa della sosta. Si è invece deciso di azzerare i controlli e aumentare le tariffe per coloro che correttamente pagano il parcheggio: proponiamo quindi di capovolgere la questione intensificando i controlli e riducendo anche drasticamente le tariffe, mantenendo naturalmente una gradualità crescente verso la parte centrale della Città.”

Foto www.quattroruote.it

Print Friendly, PDF & Email

Translate »