energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mondadori, barricate contro i trasferimenti Breaking news, Cronaca

Firenze – Sono partite le lettere  di trasferimento a Milano di 4 lavoratori della Mondadori dalla sede di Firenze. Eppure, l’ultimo incontro sulla questione dei trasferimenti voluti dall’azienda e fortemente osteggiati dai lavoratori si era tenuto il 19 giugno scorso, come ricorda la nota della Cgil. Un incontro in cui l’azienda “aveva preso tempo”, di fatto inutile ai fini delle risultanze concrete, visto l’invio delle 4 lettere. Ironia della sorte, i trasferimenti vanno a toccare 4 lavoratori che in tempi recentissimi, come fanno sapere dal sindacato, “hanno ricevuto complimenti formali dalla stessa azienda per il lavoro espletato dal capoluogo toscano, che poi è l’identico lavoro che andranno a fare a Segrate”.

“SLC CGIL e le RSU hanno da sempre richiesto il mantenimento di tutti i posti di lavoro e/o la ricollocazione su Firenze che, come dimostrano i fatti, possono lavorare su procedure amministrative e contabili, ed in team, anche da Firenze, ma abbiamo trovato un muro di gomma – si legge nella nota – con l’aggravante che per la Mondadori il Lavoro 4.0 conferma percorsi misteriosi e pericolosi: si tratta di licenziamenti camuffati da trasferimenti, poiché è del tutto ovvio che non è affatto facile trasferirsi a 50 anni da Firenze a Segrate”.

E dunque è sciopero: oggi, per tutta la giornata. Adesione, 100%. “Ribadiamo con forza che la Mondadori dovrà chiarire fino in fondo cosa pensa della nuova frontiera dell’industria e del Lavoro 4.0. Per la CGIL in questi percorsi l’innovazione tecnologica deve tradursi in progresso anche per i lavoratori e le lavoratrici, altrimenti parlare di smart-working e telelavoro ai tavoli e nei convegni rischia di diventare solo una telenovela”. Intanto questa mattina i lavoratori hanno presidiato la sede Mondadori di Firenze in via Lambruschini. 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »