energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mondiali ciclismo: un quartetto di toscani per il gran finale Sport

Firenze – Gran finale ai campionati del mondo di ciclismo ad Imola. Sarà assegnata la maglia iridata per i professionisti. E’ la corsa più popolare, più attesa, più importante in ogni continente.

Il risultato del mondiale femminile disputato sabato  pomeriggio ha confermato che il circuito iridato (domani da percorrere 9 volte, per 258 chilometri) è molto selettivo. Un circuito che esclude un epilogo con la volata del gruppo.

Gli azzurri questa volta non partono favoriti. Ma per loro è vantaggioso che al via non ci sia il super campione la cui squadra possa “controllare” l’evolversi della corsa. Inoltre le  caratteristiche del circuito – nessuna grande salita, né lunghi tratti di pianura – favoriscono una vasta rosa di soluzioni. Così può saltare fuori qualsiasi epilogo. Una circostanza che favorisce gli azzurri che si presentano senza l’uomo di punta, ma con alcune pedine di valore.

Sulla carta Nibali parte con i gradi di capitano. Ma il nostro campione in queste ultime corse ha accusato qualche colpo a vuoto. Veramente è negativo il bilancio del nostro ciclismo nel 2020.

Nonostante tutto però, quattro azzurri, Nibali, Ulissi, Visconti e Bettiol tutti toscani, pure Nibali (per adozione) hanno le qualità per essere grandi protagonisti su un simile tracciato. Insomma non sono favoriti, ma faranno bene senza escludere la prodezza di vincere la maglia iridata.

Mondiale su strada femminile tutto secondo le previsioni. Le olandesi partivano grandi favorite. Così è stato medaglia d’oro per distacco di Anna van Breggin (iridata anche nella cronometro) e seconda a 1’20” la sua connazionale Annemek Van Vleuter che ha battuto allo sprint l’azzurra Elena Longo Borghini, medaglia di bronzo. La capitano delle azzurre non ha deluso le aspettative. Bravissima.

 Questi gli azzurri per domani  : Vincenzo Nibali, Diego Ulissi, Giovanni Visconti, Alberto Bettiol, Andrea Bagioli, Fausto Masnaga Damiano Caruso e Gianluca Brambilla. Riserve Nicola Conci e Matteo Fabbro.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »