energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Monossido di carbonio in b&b in centro a Firenze, oltre 70 in ospedale per accertamenti Breaking news, Cronaca

 Firenze – Il monossido di carbonio fa paura, in centro a Firenze, questa mattina, in un bed and breakfast. Evacuato per precauzione tutto il palazzo. Nel complesso, sono state 73 le persne che gli operatori del 118 hanno indirizzato in ospedale: venti fra ospiti e addetti del b&b, oltre a 50 studenti, che frequentano la scuola per stranieri che si trova nello stesso palazzo di via Sant’Egidio. Per ora, nessuna delle persone controllate presentano condizioni critiche. Infine, mancano ancora ai controlli  11 persone che si sono allontanate dal palazzo stamani prima dell’allarme, quasi tutti turisti, ai quali verrà chiesto di sottoporsi ai controlli per capire se sono rimasti intossicati.

 Ad accorgersi della perdita sarebbero stati gli operatori del 118, che erano sopraggiunti chiamati per soccorrere due giovani americani, un ragazzo e una ragazza, uno riverso a terra, l’altra in preda a un forte  mal di testa. I due ragazzi, 24 anni, sono gli unici pazienti trattati con ossigeno terapia all’ospedale di Santa Maria Nuova. I due giovani sono stati poitrasferiti all’ospedale di Careggi per un trattamento in camera iperbarica. Le loro condizioni cliniche – riferisce il direttore del pronto soccorso di Santa Maria Nuova, dottor Mauro Pratesi -, “non destano preoccupazione“.

Dunque, gli operatori dell’auto medica giunti sul posto dopo la chiamata, hanno notato che i  dispositivi  di rilevazione di monossido che i sanitari tengono attaccati con una molletta alle loro uniformi hanno cominciato a segnalare la presenza gassosa, consentendo così ai sanitari di far sgomberare il palazzo ponendo in salvo tutte le persone che vi si trovavano.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »