energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il coraggio non basta, Fiorentina ko a testa alta Sport

Altro risultato non all'altezza della prestazione. L'Inter si aggiudica il posticipo della sesta giornata al termine di una partita intensa e giocata alla pari dall'inizio alla fine.
Primo tempo frizzaznte e ricco di emozioni, chiuso meritatamente in vantaggio dalla squadra di Stramaccioni. Ripresa più tattica. L'espulsione di Rodriguez lascia a mezz'ora dalla fine i viola in dieci, ma la gara è tutt'altro che chiusa. Non tanto per le occasioni create, ma quanto per il coraggio e la volontà di recuperare, la Fiorentina meriterebbe il pari. Montella osa il tutto per tutto con un 2-4-3 nel finale, ma il risultato non cambia più.

Primo tempo. Squadre a riposo sul 2-1 per l'Inter, gara spettacolare. La squadra di Stramaccioni, oltre ai due gol, crea altre 3-4 occasioni nitide. La Fiorentina è comunque in partita e nonostante i troppi spazi concessi, e i molti errori (soprattutto di Valero) in fase di fraseggio, dimostra di poter far male. 
L'Inter parte aggressiva e dopo i primi dieci minuti di studio inizia a premere sull'accelleratore. Cambiasso sfiora il gol che arriva comunque al 17'. Rigore concesso da Giannoccaro per fallo di mano di Rodriguez, e dagli 11 metri Milito firma l'1-0. Decisione arbitrale comunque molto discutibile. 
Il vantaggio carica i nerazzurri e appena 120 secondi arriva la palla del raddoppio. Grande aggancio in area di MIlito che spara un bolide in porta, traversa pazzesca. Il brivido sveglia i viola. Ljajic impegna Handanovic su calcio di punizione e Zanetti salva all'ultimo su Jovetic. Il pari sembra nell'area, ma alla prima vera occasione l'Inter raddoppia. 
Verticalizzazione di Ranocchia, velo di Cambiasso a liberare Cassano in area, aggancio e conclusione sul primo palo che spiazza Viviano. Il gol è pesante, ma non stende i viola. La squadra di Montella ritrova infatti nel finale la forza di reagire, e riapre con merito la partita. Inserimento con i tempi giusti di Romulo e stacco vincente su cross al bacio di Pizarro. Colpo di testa perfetto che si insacca all'angolino alle spalle dell'incolpevole Handanovic. 

Secondo tempo. Viola carichi dopo l'intervallo, dentro Mati Fernandez, fuori Ljajic. Nei primi 10 minuti Jovetic e compagni attaccano a testa bassa. L'Inter sembra in difficoltà e non riesce a ripartire come nel primo tempo, ma gli sforzi della squadra di Montella sono comunque vani. Già al 15' i nerazzurri rialzano il baricentro e appena due minuti più tardi la partita prende una svolta. Secondo giallo a Rodriguez e Fiorentina in dieci. 
Gara salita per la Fiorentina, ma i viola non sono ancora ko. Montella non ne vuole sapere di coprirsi, toglie Cuadrado e inserisce Toni. Squadra sbilanciatissima, ma pur sempre in partita. L'Inter prova a chiudere i conti con MIlito, ma Viviano compie un mezzo miracolo e salva dal possibile 3-1. La Fiorentina risponde sempre a testa alta e anche senza creare grossi pericoli è comunque insidiosa. Stramaccioni infatti non si fida e nonostante l'uomo in più pensa a coprirsi. 
Jovetic e compagni tentano fino all'ultimo la via del pari. Ma oltre a qualche mischia su calcio piazzato non accade niente di rilevante. 

Le parole di Montella a SkySport nel post partita: 

"Non è un passo indietro, non abbiamo demeritato anche se abbiamo commesso più errori del solito. Sul piano del gioco l'avversario è stato superiore e soprattutto più pratico di noi. Ci serve un attaccante che segni, Toni deve crescere sul piano fisico; soluzioni ne abbiamo".
 

INTER (3-5-2): Handanovic; Juan Jesus, Ranocchia, Samuel; Nagatomo; Cambiasso (37' st Mudingay), Gargano, Zanetti, Coutinho (26' st Alvarez); Cassano, Milito (41' st Guarin). A disp: Castellazzi, Belec, Silvestre, Obi, Pereira, Duncan, Jonathan, Livaja.
Allenatore: Stramaccioni


FIORENTINA (3-5-2): Viviano; Roncaglia, Rodriguez, Tomovic; Cuadrado (25' st Toni), Romulo, Pizarro, Valero (35' st Migliaccio), Pasqual; Ljajic (1' st M.Fernandez), Jovetic. A disp: Neto, Hegazi, Olivera, Lupatelli, Savic, Cassani, Seferovic, Llama
Allenatore: Montella

RETI: 17' pt rig. Milito, 34' pt Cassano, 41' pt Romulo

NOTE: espulso al 17' st Rodriguez per d.a.
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »