energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Monteriggioni, continuano gli eventi on line tra teatro e musica Notizie dalla toscana

Monteriggioni – La cultura non si ferma a Monteriggioni, dove è tutto pronto per alzare di nuovo il sipario di un palcoscenico multimediale con otto eventi che uniranno storia, teatro, musica e laboratori per bambini. Gli appuntamenti saranno registrati nel Complesso monumentale di Abbadia Isola e disponibili in streaming a partire da sabato 27 febbraio sul canale YouTube Monteriggioni Cultura e sulla Pagina Facebook Monteriggioni Turismo. Il cartellone è organizzato dal Comune con la collaborazione di Monteriggioni AD1213 e della Fondazione Toscana Spettacolo Onlus.

Gli eventi in streaming inizieranno sabato 27 febbraio, alle ore 21, con “La tomba dei Calisna Sepu”, narrazione romanzata della scoperta della tomba familiare dei Calisna Sepu alla fine del 1893 nella tenuta del Casone di proprietà del Giulio Terrosi Vagnoli. L’appuntamento fa parte della rassegna “In Chiostro” prodotta da Lo Stanzone delle Apparizioni con letture, immagini e musiche dal vivo.

Giovedì 4 marzo, ancora alle ore 21, “Hamlet – The Boardgame”, liberamente tratto da William Shakespeare, Carmelo Bene, Jules Laforgue, con l’attore Riccardo Goretti, aprirà “Home Made – Il teatro fatto a casa”, rassegna di tre appuntamenti curati da Spazio Teatrale all’Incontro. Il progetto è realizzato con il sostegno di Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Regione Toscana, nell’ambito di “Così remoti, così vicini – Nuove idee per un teatro a distanza”.

Domenica 7 marzo, alle ore 18, l’appuntamento in streaming sarà dedicato soprattutto ai bambini, con la presentazione del libro “Dante era un supereroe”, edito da Betti Junior e scritto da Silvia e Giulia Clemente, Le Clementine, che racconteranno ai piccoli ascoltatori il Sommo Poeta e la sua opera avvicinandoli alla conoscenza della Divina Commedia. L’appuntamento si chiuderà con un laboratorio curato da La Valigia di Cartone per imparare a costruire un teatrino delle ombre casalingo e presentarlo, poi, al pubblico virtuale.

Giovedì 11 marzo, alle ore 21, tornerà la rassegna “Home Made – Il teatro fatto a casa” con lo spettacolo per famiglie “Animalier – Favole a casa”, interpretato da Giorgio Rossi, su testi di Jorge Borges e Stefano Benni. La stessa rassegna si chiuderà giovedì 18 marzo, ancora alle ore 21, con “Cyrano – Una storia triste” di Edmond Rostand, in compagnia dell’attore Stefano Cenci. Sabato 27 marzo, alle ore 21, è in programma una nuova tappa di “In Chiostro” dedicata a “La storia di Abbadia Isola”, che accompagnerà lo spettatore in un viaggio all’interno della storia dell’abbazia attraverso le parole del pittore Sano di Pietro, autore del polittico raffigurante la Madonna col bambino conservato ad Abbadia Isola.

Gli eventi in streaming andranno avanti sabato 3 aprile, alle ore 21, con la performance musicale “Quadrangulae. Le vie, le città, i viaggi dei pellegrini medievali in Europa nella musica devozionale tra XIII e XV secolo” eseguita da cinque musicisti: Luca Piccioni, liuto e voce; Massimiliano Dragoni, percussioni antiche, dulcimelo e salterio a pizzico; Simone Marcelli, clavicimbalum, organo portativo e voce; Emiliano Finucci, viola da braccio e voce, e Katerina Ghannudi, arpa e voce. L’appuntamento, prodotto dal gruppo musicale Anonima Frottolisti, metterà in scena l’ipotetico viaggio verso Roma di un pellegrino che, attraversando regioni e città, si arricchirà nell’ascolto di musiche antiche: dagli arcaici inni gregoriani ai racconti in lingua volgare rappresentati dalle laudi fino alla ricchezza delle polifonie quattrocentesche. Gli appuntamenti streaming si chiuderanno sabato 24 aprile, alle ore 21, con lo spettacolo “Il Medioevo Immaginifico”, ultimo evento della rassegna “In Chiostro” prodotto da Lo Stanzone delle Apparizioni con un dialogo a tre voci dedicato all’immagine del Medio Evo nel tempo fra stereotipi ancora esistenti e impiego in vari ambiti nel corso dei secoli.

“Dopo gli eventi on line organizzati nei mesi scorsi e la coinvolgente lettura ‘Sul Fondo’ tratto da ‘Se questo è un uomo’ di Primo Levi promossa in occasione del Giorno della Memoria – afferma Marco Valenti, assessore alla cultura di Monteriggioni – prosegue la collaborazione con Toscana Fondazione Spettacolo Onlus, Monteriggioni AD 1213 e Lo Stanzone delle Apparizioni per promuovere e diffondere la cultura anche attraverso il web, superando, così, le limitazioni legate al Covid-19. Monteriggioni – aggiunge Valenti – vuole continuare a raccontare e a raccontarsi con l’obiettivo di rappresentare un luogo e una comunità di cultura. Una scelta che questa amministrazione ha fatto fin dal suo insediamento e a cui crede fermamente, per accrescere sempre di più i luoghi della cultura e dell’intrattenimento sul proprio territorio, dal Castello ad Abbadia a Isola, puntando sul web e sulle nuove tecnologie. E’ con questi obiettivi, complice anche la pandemia, che abbiamo aperto e strutturato il canale YouTube Monteriggioni Cultura, uno strumento che sta crescendo con grande interesse e partecipazione al fianco di altri strumenti e iniziative”.

“Dopo la rassegna realizzata a dicembre – spiega Patrizia Coletta, direttore della Fondazione Toscana Spettacolo Onlus – abbiamo lavorato al fianco dell’amministrazione comunale di Monteriggioni per proporre questa nuova serie di appuntamenti in streaming che spaziano dalla musica al teatro, dalle letture ai laboratori per i più piccoli. Si tratta di un programma variegato e di qualità, in grado di incontrare i gusti di pubblici diversificati. Nonostante le limitazioni in vigore ormai da mesi non consentano di assistere agli spettacoli in presenza, ci sembra doveroso nei confronti degli spettatori continuare a garantire un accesso diffuso all’offerta culturale. Il nostro impegno è volto anche ad affiancare le realtà creative e i lavoratori dello spettacolo. In questo senso, proprio a Monteriggioni proponiamo ‘Home Made – Il teatro fatto a casa’ di Spazio Teatrale all’Incontro, uno dei progetti che abbiamo sostenuto attraverso il progetto ‘Così remoti, così vicini – nuove idee per un teatro a distanza’”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »