energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Monuments Men”, salvare un’opera d’arte vale una vita umana? Cinema

“Monuments Men”, basato sulla storia vera del più grande saccheggio di opere d’arte della storia, racconta le avventure di un improbabile plotone, reclutato dall’esercito americano durante la Seconda Guerra Mondiale e spedito in Germania per salvare capolavori artistici dalle mani dei Nazisti e restituirle ai legittimi proprietari. Potrebbe rivelarsi una missione impossibile: con le opere d’arte intrappolate dietro le linee nemiche e l’esercito tedesco incaricato di distruggere qualsiasi cosa in seguito alla caduta del Reich, come potranno sette direttori di musei, curatori e storici dell’arte – molto più a loro agio con un Michelangelo che con un fucile in mano – portare a termine la missione? Nei panni dei Monuments Men, come vennero chiamati, in una lotta contro il tempo per impedire la distruzione di 1000 anni di cultura, questi uomini rischieranno le loro vite per proteggere e difendere le più grandi conquiste del genere umano.

Salvare un’opera d’arte vale una vita umana? Questa è la domanda che percorre, manifesta o sottintesa, l’intera pellicola di George Clooney, giunto oramai alla sua quinta pellicola. Dopo essersi interessato di politica ne “Le Idi di Marzo” e averci raccontato in modo magistrale il mondo del giornalismo in “Good Night, and Good Luck”, l’attore/regista americano si interroga sul significato più profondo dell’arte in quanto lascito dell’umanità e parte integrante della nostra Storia. Parlare così della più grande “rapina” di opere d’arte della storia dell’umanità diventa così il modo per analizzare oggi quale sia la posizione della cultura nella nostra società sempre meno attenta a questo elemento fondamentale.

L’arte, che sia antica, moderna o contemporanea, è qualcosa che ci ha sempre accompagnato e che ha modificato in modo più o meno evidente la nostra società, oltre ad esserne specchio attraverso tutte le epoche. Ecco così che un gruppo di particolari eroi, capitanati dal sempre presente George Clooney, da semplici curatori, architetti e artisti si trasformano nei protettori e salvatori della cultura, pronti a difendere il diritto di ogni essere umano di poter godere della bellezza di un’opera d’arte. “Monuments Men” più che un film di guerra è quasi un film on the road guidato da un cast di attori di primo calibro. In prima linea l’irriducibile George Clooney nel ruolo del leader del gruppo affiancato da Matt Damon, curatore del Metropolitan Museum che avrà un ruolo fondamentale nello scoprire la locazione dei manufatti rubati. Ma coloro che spiccano nell’economia del film sono le due coppie di comprimari: da un lato John Goodman e Jean Dujardin; dall’altro Bill Murray e Bob Balaban. Entrambe le coppie si muoveranno dietro le linee nemiche in un viaggio che li porterà a conoscersi sempre di più, esplicitando le ragioni di ognuno nell’aver intrapreso questo difficoltoso viaggio.

“Monuments Men” è un discreto film di guerra ma è anche un bel film drammatico che raggiunge i suoi punti più alti nella scrittura, quando ci si interroga sul valore della vita e sul valore dell’arte. Clooney continua a mostrare le sue capacità registiche dirigendo in modo sempre attento e capace i suoi colleghi/amici sul set, riuscendo anche a mettersi dietro le quinte e lasciando più spazio ai comprimari. Certo alle volte si rischia di scadere in discorsi forse banali, ma l’affiatamento del cast (sulle cui spalle si posa l’intera pellicola vista la mancanza di una linea narrativa vera e propria) è di prim’ordine e le risate in alcuni momenti sono garantite. Così come forse qualche lacrima…

 

REGIA: George Clooney
SCENEGGIATURA: George Clooney, Grant Heslov
GENERE: Azione, Drammatico
ANNO: 2014
PAESE: USA
DURATA: 118 Min
ATTORI: Matt Damon, George Clooney, Cate Blanchett, John Goodman, Bill Murray, Jean Dujardin, Lee Asquith-Coe, Hugh Bonneville, Bob Balaban, Diarmaid Murtagh, Sam Hazeldine, Dimitri Leonidas
FOTOGRAFIA: Phedon Papamichael
MONTAGGIO: Stephen Mirrione
MUSICHE: Alexandre Desplat
PRODUZIONE: Smoke House, Sony Pictures Entertainment, Twentieth Century Fox

 

“Monuments Men” sarà in proiezione nelle Arene Estive fiorentine:

Arena Chiardiluna:

21/07/2014 – 21,30

Print Friendly, PDF & Email

Translate »