energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Morti sul lavoro, presidio per la sicurezza dei lavoratori Breaking news, Cronaca

Firenze – Morti bianche, il lavoro purtroppo si distingue, dall’incremento velocissimo delle ultime settimane di incidenti sul lavoro alla delicata faccenda dei lavoratori che contraggono il covid-19 nel luogo di lavoro. Il 23 febbraio prossimo questa problematica sarà oggetto di un presidio di protesta organizzato da Ogni giorno è il Primo Maggio, rete dei sindacati di base, movimenti e realtà politiche della sinistra. Il presidio si terrà alle 17 in via Cavour davanti alla Prefettura. Fra i partecipanti, Cub, Cobas, Usb, PRC, la FGC e Carc, Movimento di Lotta per la Casa, Collettivo anticapitalista, Raf ed altri movimenti e assoicazioni del territorio.

“Governo Draghi, cambiare tutto per non cambiare nulla – è l’incipit della nota stampa – Per l’implemento del Servizio Sanitario nazionale e per la copertura degli organici sono previste solo briciole del Recovery Fund mentre prosegue il processo di privatizzazione della sanità che già è costato innumerevoli vittime – si legge nella nota firmata dalle tre sigle – in tutto ciò la problematica del lavoro sta diventando esplosiva, sia per chi non ce l’ha con la cancellazione di ogni prospettiva diversa dalla fame, sia per lavoratrici e lavoratori che stanno facendo i conti con livelli vergognosi di sfruttamento e rischi per la propria salute”.

In rilievo, l’ultimo, impressionante aumento di morti sul lavoro per incidenti e sinistri in Toscana. “Grida infatti vendetta il numero enorme di “omicidi bianchi”, per colpa dei contagi da Covid sui posti di lavoro e per un numero enorme di incidenti e di infortuni, che sta costando la vita a migliaia di lavoratrici e lavoratori. Una strage che in Toscana ha visto negli ultimi mesi un incremento inaccettabile, anche per colpa di protocolli di sicurezza e misure di prevenzione, inefficaci e spesso adulterati. Per tutto questo scenderemo in piazza a Firenze e faremo sentire la voce di tante donne e uomini di questa città, stanchi di iniquità e soprusi”.
Le iniziative saranno organizzate in sicurezza e nel distanziamento dei partecipanti.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »