energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Morto l’ultimo sopravvissuto alla Shoah di Livorno Notizie dalla toscana

E’ morto ieri a Livorno Isacco Bayona, ultimo testimone diretto labronico della Shoah, sopravissuto al campo di sterminio di Auschwitz. Nato 87 anni fa a Salonicco, in Grecia, Bayona era stato arrestato con la sua famiglia nel 1943 a Gabbro, frazione del comune di Rosignano Marittimo. Arrivò nel campo nazista polacco dopo essere passato per Firenze e Milano.  Il portale dedicato all’ebraismo italiano Modked rivela che il suo numero di matricola era 173404, un numero che Bayona si sarebbe portato dietro per tutta la vita.

Nella sua esperienza di deportato aveva più volte rischiato la vita, era stato torturato e aveva perso assieme alla madre un fratello e due sorelle.

La comunità ebraica livornese ed italiana si è stretta in cordoglio alla famiglia non appena ricevuta la notizia. ”La morte di Bayona – ha detto Samuel Zarrugh, presidente della Comunita’ ebraica livornese – dispiace moltissimo anche perché ci rende ancora più poveri della memoria. Tutto questo negazionismo imperante, nasce anche dalla perdita di questi testimoni viventi della Shoah”. L’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane ricorda il ruolo che Bayona ha avuto nelle indagini conseguenti al secondo conflitto mondiale, volte ad accertare le responsabilità dei crimini commessi in guerra. L’ottantasettenne ha contribuito, spiega l’UCEI, “a far luce sui crimini della Shoah e a vanificare le menzogne di chi ancora oggi nega quanto accaduto”. Un’attività di testimonianza che gli era valsa nel 2010 la medaglia d’oro conferita dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nel giorno della memoria.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »