energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Morto Giancarlo Berni, grande clinico fiorentino Cronaca

Firenze – E’ morto  Giancarlo Berni, uno dei maestri della medicina toscana. Aveva 80 anni. Fino al 2006 ha diretto  il pronto soccorso di Careggi, dove era arrivato da Santa Maria Nuova. La morte è avvenuta per emorragia cerebrale  nella rianimazione del suo dipartimento di emergenza, quello di Careggi.  Lunedì sera è stata accertata la morte encefalica ed è stata autorizzata la donazione degli organi. Berni continuava a visitare, era membro del consiglio sanitario regionale e consigliere di amministrazione dell’Ente Cassa di Risparmio.  E’ infatti diventato socio nel 1998, è stato poi nominato membro del Comitato di Indirizzo nel 2009 ed è diventato Consigliere nel 2014.

“L’improvvisa comparsa del professor Berni ci lascia sgomenti e tutto l’Ente Cassa si unisce al dolore della famiglia in un momento di così grande sofferenza”, ha dichiarato il presidente della fondazione, Umberto Tombari. “Careggi e il consiglio  dell’ordine dei medici di Firenze si uniscono al dolore dei familiari per la scomparsa del professor Giancarlo Berni”, ha scritto l’azienda ospedaliera dove ha trascorso buona parte della sua carriera. Un medico convinto dell’importanza del servizio sanitario pubblico, che non per niente ha dedicato la sua vita professionale, ma anche personale, a quella che per sua natura è la più pubblica delle specialità: la medicina di emergenza.

Berni è stato il maestro di tanti medici. La sua capacità di fare diagnosi anche nei casi più complessi resta ancora oggi quasi mitologica nell’ambiente.

 “Con la morte del professor Giancarlo Berni la sanità toscana perde un uomo e un professionista di grande valore”. Così l’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi commenta la notizia della morte del professor Giancarlo Berni, figura di spicco del mondo sanitario toscano. “Un grande medico – dice ancora Saccardi -, che ha sempre lavorato con competenza, dedizione, professionalità, generosità e ha dato contributi fondamentali alla sanità toscana e nazionale. A lui si deve la riforma del dipartimento di emergenza e urgenza di Careggi, nella cui rianimazione è morto ieri sera. Membro molto attivo del Consiglio sanitario regionale, era responsabile dell’Osservatorio permanente della Regione Toscana sulla medicina di emergenza-urgenza. Esprimo le mie sincere condoglianze ai familiari, che ieri hanno deciso di donare gli organi del loro congiunto: una scelta in linea con la vita e la storia professionale e umana di Giancarlo Berni”.

I funerali si svolgeranno domani mercoledì 22 giugno alle ore 10,30 presso la Chiesa di San Giovanni Battista (di fronte a Villa Monna Tessa). Per un ultimo saluto, la salma resta esposta per l’intera giornata di oggi alle Cappelle del Commiato (Careggi).

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »