energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mostre e dintorni: che STAMP vi ricorda di non mancare. Cultura

Martedì 19 giugno alle ore 18,30, inaugura, come già annunciato al Museo Ferragamo la bella mostra "Marilyn", non solo un corpo sexy, ma tanto cuore e cervello. Assolutamente da non mancare!

Nello Studio di Arte Contemporanea C2 di Antonio Lo Pinto, si inaugura sempre martedì alle 18,30, la mostra Post 19612 di Carlo Colli curata da Silvia Cangioli. “Post” è una serie di lavori concepiti per essere transitori e temporanei: grandi fogli di carta bianca che Carlo Colli piega accuratamente, ma in modo casuale, per poterli impacchettare e poi trasportare (il termine "Post" porta in sé sia il significato latino di ‘dopo’ che quello inglese ‘affiggere’ ,‘inviare’): un invito a riflettere sulla fragilità dell'oggetto artistico nel mondo contemporaneo e quindi a meditare sulla precarietà del nostro essere nel mondo di oggi. Ma la fragilità dei “Post” è solo apparente perché sulle pieghe l’artista interviene con un segno deciso, corposo, rigorosamente nero, e il foglio diviene oggetto tridimensionale riacquistando una vita che la piegatura sembrava aver cancellato. Carlo Colli presenta in questa occasione anche la sua ultima opera Post 1716 coming soon creata appositamente per questa mostra: un mucchio di pagine piegate della rivista Flash Art che hanno la stessa estensione della superficie della parete delimitata dalla traccia nera. Una riflessione sul rapporto tra opera d’arte e sistema mediatico contemporaneo che tende a fare di un evento l'arte stessa, privandola della sua fisicità e destinandola ad esistere sotto forma di immagini e fiumi di parole; un'indagine sulle possibili relazioni tra il mondo bidimensionale delle immagini dei media e la reale fisicità dello spazio e del mondo reale.
News from Nowhere è un progetto di Pietro Gaglianò, fortemente voluto, organizzato e gestito dalla Consulta degli Studenti dell'Accademia di Belle Arti di Firenze, per concretizzare un'esperienza delle dinamiche artistiche e curatoriali fuori dagli steccati protettivi dell'istituzione formativa. In deroga rispetto alla prassi dell'esposizione costruita attraverso la selezione di lavori già realizzati, il progetto è stato strutturato come un cantiere per il confronto sui linguaggi dell'arte e di analisi dei processi della creazione, un laboratorio all'interno del quale sviluppare le visioni che portano alle opere presentate nella mostra finale. Opening mercoledì 20 giugno ore 18.30 presso SRISA Project Space.
Anche quest'anno, in occasione di Pitti Immagine Uomo, la stilista Angela Caputi vi stupirà, dedicando le vetrine dei suoi negozi di Firenze alla preselezione della collezione Autunno-Inverno 2012-13. L’elegante linea “Lacca” anticipa le prossime tendenze. Blu, verde e marrone, in tonalità brillantissime, saranno i protagonisti della prossima stagione.  Durante la settimana di Pitti sarà come sempre possibile scoprire la lavorazione fatta a mano di questi fantastici bijoux; è possibile visitare il laboratorio in via Santo Spirito dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 17.30.
Arriva a Firenze una bella mostra incentrata sul lavoro di Alberto Burri. La Casa d’Aste Galleria Pananti, dopo la mostra “Macchiaioli: una collezione ritrovata” ospiterà nel suo nuovo spazio espositivo di Firenze (in viale del Poggio Imperiale 32), l’importante esposizione “Alberto Burri, da una collezione romana”. La mostra si svolgerà dal 20 giugno (l’inaugurazione sarà alle 18) al 20 luglio e raccoglierà 25 opere provenienti da una collezione privata romana. Il catalogo della mostra presenta la prestigiosa collezione, composta da cretti, multiplex e serigrafie. Un’esposizione che vuole rendere omaggio ad un grandissimo artista – il medico pittore di Città di Castello famoso soprattutto per le sue serie di sacchi, cretti e combustioni. 

Da oggi troveremo esposti in città anche i Billboards di Patrick Mimran, la cui mosra fotografica si può vedere al Museo Alinari di S. M. Novella.

I grandi personaggi dell’epoca d’oro della storia dell’arte diventano installazioni luminose, simbolo dei miti d’oggi: sono le opere di Marco Lodola, esposte a Palazzo Medici Riccardi a Firenze dal 19 giugno al 29 luglio. Quasi fosse riuscito a portare indietro la macchina del tempo, Marco Lodola – artista che negli anni '80 ha capitanato il gruppo dei Nuovi Futuristi e ospite nel 2009 del Padiglione Italia della la Biennale di Venezia – approda domani alla corte dei Medici, nel Palazzo di Vialarga. E quello che fu il Rinascimento diventa oggi un “techno-Rinascimento” nelle opere dell'artista pavese: plastiche, luci, colori, trasparenze ispirate al mondo quattrocentesco di Cosimo e Lorenzo de’Medici. Lodola si diverte a “citare” tanti personaggi e icone della società fiorentina, da Leonardo a Michelangelo. Le figure dei loro dipinti si animano per diventare forma e icona contemporanea: il David (nella foto) si trasforma in un giovane “palestrato”, mentre la Monna Lisa e la Venere si vestono solo di luce.
Cango ospita la decima edizione del Festival Internazionale di Poesia "Voci lontane, voci sorelle”  che si svolge a Firenze dall’19 al 27 giugno. La rassegna si è affermata nel tempo come un appuntamento importante, con un ampio consenso su scala internazionale, forte di una precisa fisionomia basata sullo scambio culturale e di un format agile che sfocia in dibattiti tra scrittori provenienti da realtà anche molto diverse e in cui la partecipazione del pubblico è reale. Il Festival ha in programma per 6 giorni (ad ingresso gratuito) incontri e letture con alcuni tra i poeti più significativi della scena contemporanea.
 

Radio Papesse e Villa Romana vi invitano, insieme a Lucia Farinati, a seguire la presentazione di NUOVI PAESAGGI – RACCONTI SONORI DALLA TOSCANA. Un progetto di residenze d’artista per la produzione di cinque ritratti sonori della Toscana; cinque storie pensate e prodotte per la trasmissione radiofonica che raccontano un territorio e la sua geografia umana. Prodotto da Radio Papesse e Villa Romana nell’ambito di Compagni di Viaggio, un progetto per Toscanaincotemporanea2011 (Regione Toscana) Artisti: Viv Corringham, Mikhail Karikis, Laura Malacart, Davide Tidoni, Allen S. Weiss. Dal cantiere del nuovo Teatro dell’Opera ai quartieri limitrofi di Firenze, dalle concerie di Santa Croce sull’Arno al paesaggio industriale di Larderello, infine dai vitigni del Carmignano alle colline metallifere di Monterotondo, l’itinerario di questo viaggio abbraccia un paesaggio sfaccettato abitato da molteplici voci. Da ognuno di questi luoghi parte un racconto e una diversa modalità d’ascolto. (PB)

Print Friendly, PDF & Email

Translate »