energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mostre: Il gatto di Geluck sbarca sugli Champs Elysées Cultura

Parigi – Le Chat, il gatto più popolare dei fumetti, sbarca in forze a Parigi sugli Champs Elysées per la gioia di grandi e piccini in questi cupi giorni del Covid. 20 sculture in bronzo alte 2 metri all’effigie del celebre personaggi creato dall’artista belga Philippe Geluck orneranno fino al 9 giugno la grande arteria parigina prima di partire in tournée in varie città francesi che si concluderà a Buxelles in occasione dell’apertura del Museo dedicato al Chat e al disegno umoristico.

E’ guardando le immagine della mostra Botero sugli Champs Elysées (1992) che mi sono detto che anche il mio gatto vi si sarebbe sentito a suo agio. I personaggi di Botero sono grossi, anche le Chat è bello voluminoso“ ha raccontato Geluck precisando che i punti in comune on si fermano alla taglia: non solo le sculture di Botero sono di bronzo come quelle del suo personaggio ma lui stesso, come il pittore colombiano è passato dai pennelli alla scultura.

L’idea della mostra parigina è venuta al poliedrico Geluck, che ha iniziato la sua carriera artistica come attore teatrale, nel 2018 mentre stava lavorando al progetto del museo dedicato alla sua creatura che aprirà a Bruxelles nel 2023. “Nell’attesa, perché non mandare in giro lo Chat?” si è allora detto ottenendo subito consensi a cominciare dai vertici del comune parigino. Il progetto è stato anche una sfida tecnica per l’artista in quanto ha dovuto riprodurre le 12 sculture del Chat già esistenti dal lor formato originale che non superava i 60 cm in 2 metri e crearne ex novo altre 8 in 18 mesi. Ma il desiderio di offrire al pubblico ‘gioia, riso e quella nostra poesia surrealista che tanto amiamo in Belgio” ha fatto superare ogni ostacolo.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »