energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Mostre online di STAMP. Gianluca Parma, pittore senza mezze misure Cultura

Scorrendo la fotogallery della sua personale per Stamp (pubblicata a fine home page www.stampotoscana.it), l'autore Gianluca Parma rivela con i suoi tratti quello che è il suo pensiero sulla pittura, che contiene in sé una funzione liberatoria, con un ché di sciamanico. «L’azione pittorica – spiega Parma – libera la mente da tutti gli schemi formali imposti da questa società e ci avvicina alla nostra vera natura». Dipinti come “River”, “Standard Humanity Born and die” o “Vulcans” stanno proprio a dimostrare questo: la liberazione gli istinti umani passa per la loro scissione dai vincoli sociali moderni. «Nella mia soffitta potrei inchiodarti ad una trave oppure essere infinitamente generoso, senza renderne conto a nessuno, nemmeno a me stesso. E’ per questo che dipingo: il gigante ed il nano, il bianco ed il nero, un bacio ed uno sputo in faccia. Odio le mezze misure».
Chi è Gianluca Parma. Nnasce in una famiglia dove si dipinge praticamente da sempre. Nipote e figlio di pittori, Gianluca non intraprende studi artistici, anche se, sin dalla giovane età, dimostra uno smisurato interesse per le espressioni artistiche, unico mezzo per poter scaricare le sue emozioni. Artisticamente cresce sotto l'ala di Michele Rio e Roberto Grimaldi, allievi di Concetto Pozzati, grazie ai quali affina la sua espressione artistica. Ben presto inizia a cimentarsi nell’ “Action Painting” ed è attraverso questa violenta espressione pittorica che raggiunge una sorta di “pulizia dell’anima”. Successivamente passa nuovamente al figurativo e poi ancora all’astratto e alla grafica, avvalendosi di tecniche diverse e sempre più miscelate.
Attualmente l'artista lavora soprattutto con metodi d'incisione.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »