energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Movida, si allarga il “patto per la notte” Cronaca

Sant’Ambrogio, Santo Spirito con via Sant’Agostino, San Niccolò con Demidoff, via Verdi con piazza Salvemini e via Palazzuolo. Crescono le adesioni al “patto per la notte” siglato fra Palazzo Vecchio, residenti e locali. Alcune adesioni sono arrivate già al termine della riunione tenutasi in Palazzo Vecchio con il vicesindaco Dario Nardella: il gestore del locale di piazza Sant’Ambrogio ha deciso di firmare, mentre gli operatori di piazza Salvemini hanno annunciato che lo faranno nei prossimi giorni. Gli altri si sono riservati di decidere entro la fine della settimana.

“Sono molto soddisfatto dell’esito dell’incontro – ha detto Nardella – perché credo che tutti abbiano compreso lo spirito e gli obiettivi di questa nostra iniziativa. E’ stato un confronto aperto, dove abbiamo cercato di chiarire gli aspetti più importanti e che ha registrato anche alcune proposte migliorative, che con gli uffici esamineremo a strettissimo giro. Nel frattempo, siamo anche al lavoro per predisporre l’atto amministrativo che recepisce il Patto: salvo imprevisti dovrebbe essere portato all’esame della prossima giunta, per poi approvare in consiglio comunale”.

Il Patto prevede precisi oneri sia per i gestori che per l’amministrazione. I gestori si impegnano a mantenere pulita l’area antistante il loro locale, a dotarsi di ‘addetti alla clientela’ che controllino il rispetto delle regole (in particolare riguardo gli assembramenti, il disturbo alla quiete pubblica e la ‘vendita per asporto’ di alcolici), ad evitare che musica e rumori siano percepibili all’esterno del locale (dalle 8 alle 23 il venerdì, sabato e domenica e dalle 22 alle 8 gli altri giorni), a rendere fruibili i servizi igienici. Da parte sua, l’amministrazione comunale nelle aree interessate al Patto si impegna ad effettuare controlli assidui (in particolare riguardo la circolazione e la sosta, la guida in stato di ebbrezza e l’abusivismo commerciale), a vigilare sull’attività dei minimarket (in particolare sulla vendita di alcolici), a tenere aperti le toilette pubbliche anche dalle 20 alle 3, a informare e pubblicizzare l’iniziativa. 

Viene inoltre istituita una sorta di ‘patente a punti’ che premia i locali più virtuosi e penalizza chi non rispetta le regole, partendo da un punteggio di 20 punti. L’atto amministrativo in preparazione è necessario proprio per rendere operativa questa novità.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »