energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Movimento Casa: soddisfatti ma non troppo Notizie dalla toscana

Sono rimasti piacevolmente sorpresi e soddisfatti, ma non troppo, al Movimento di Lotta per la Casa per la decisione della Prefettura di Firenze – prima città in Italia ad adottare tale provvedimento – di sospendere gli sfratti esecutivi con la forza pubblica fino alla fine di settembre 2012.  “Noi – sottolinea Lorenzo Bargellini – in realtà avevamo chiesto fino al 1 gennaio 2013”. Per il Movimento è “una scelta innovativa” e coraggiosa, anche perché la “situazione non è più gestibile, e si rischia davvero di andare incontro a gesti di notevole esasperazione umana. Nell’assegnazione delle case ormai “c’è un ingolfamento” e l’unica strada percorribile adesso è quella “dell’intelligenza e del coraggio”. E’ questo che chiedono al Comune di Firenze e al nuovo Assessore alla Casa, Stefania Saccardi: “coraggio e intelligenza”. “Per 3 anni, anche se sulla carta c’era, materialmente il Comune non ha avuto un Assessore alla Casa”, denuncia il Movimento. “Dopo 3 anni – dice Bargellini – si richiede con forza un’orizzonte di apertura alle molteplici proposte dei movimenti sul terreno dell’emergenza abitativa. Non basta, infatti, allungare l’agonia di intere famiglie, giovani coppie, anziani per risolvere alla radice problemi strutturali del territorio e della speculazione in città. In tempi di crisi serve affermare il coraggio delle scelte. Occorre requisire se costretti a farlo. Occorre recuperare le decine di caserme sfitte, e in generale l’intero patrimonio abitativo sfitto, questo per non cementificare ancora”. Se non si attueranno scelte intelligenti si rischia di vanificare questi tre mesi di stop per ritrovarsi al 1 ottobre nella stessa situazione di ora. Tre mesi in cui soluzioni di comune accordo possono essere trovate se, dicono al Movimento per la Casa, “ci mettiamo tutti assieme, Assessore, sindacati, movimenti, associazioni, prefettura, tribunale, attorno ad un tavolino per discutere e concertare”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »