energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Movimento di Lotta per la Casa, “Emergenza abitativa è frattura sociale” Cronaca

Firenze – Un corteo colorato e con un’età media estremamente bassa. Sì, perché i protagonisti, almeno nella prima parte dell’iniziativa, sono stati loro, tanti, tantissimi bambini con striscioni e cartelloni che raccontavano il disagio, la fatica, la disperazione di famiglie che non hanno tetto né possibilità di procurarselo. Un fallimento generale della politica abitativa, incalza il Movimento, da parte di chi considera sempre di più la richiesta di alloggi popolari una sorta di problema di ordine pubblico e l’esigenza naturale della razza umana di proteggersi sotto un tetto una specie di arrogante e irrazionale pretesa. Erano circa un centinaio, oggi pomeriggio, a sfilare in piazza Tanucci, dove si sono ritrovati, fino a via Corridoni, dove alcuni ragazzi hanno smontato le tende che avevano installato dopo lo sgombero di via del Romito in segno di protesta e si sono uniti al serpentone, che poi è proseguito verso piazza Dalmazia, bloccando del tutto un traffico già caotico. Tant’è vero che sono volati i battibecchi fra i partecipanti al corteo e alcuni automobilisti fermi in coda.

Superato il sottopasso di piazza Dalmazia, il corteo si è diretto verso la sede del Pd poco lontano, che però era circondata da un vero e proprio sbarramento di forze dell’ordine. Così ha ripiegato e si è disciolto a Novoli. Di aria irrespirabile dopo il 4 marzo, vale a dire dopo il giorno del doppio sgombero che aveva messo tutta la città, colpita anche da una pioggia greve grigia incessante, in stato di caos totale, parla il leader del Movimento Lorenzo Bargellini, che precisa anche che da ieri, finita l’emergenza freddo, molte persone che ne usufruivano sono di nuovo sulla strada. E questo continua ad aggravare una situazione che ha già raggiunto i limiti.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »