energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mps: il piano di Morelli non convince i mercati Economia

Siena –  Continua a non convincere pienamente il piano industriale presentato ieri dal nuovo ad Marco Morelli per portare in porto sicuro MPS, l’istituto senese che ormai da anni lotta per la sua sopravvivenza.  Anche oggi infatti i mercati hanno espresso le loro perplessità mandando il titolo di quella che era la terza banca del paese in territorio negativo. Dopo lo scivolone del 15% di ieri, i titoli hanno chiuso stasera, dopo vorticose alterne vicende, con un meno  8,64% a quota 0,269 euro, riducendone la capitalizzazione a 790 milioni.

La cautela dei mercati è legata a vari fattori, in primo luogo le incertezza che gravano sul previsto aumento fino a 5 miliardi di euro che l’istituto senese spera di lanciare entro fine anno , e più esattamente, se le condizioni di mercato lo consentiranno, il 7-8 dicembre, cioè a ridosso del referendum il cui esito potrebbe influire sull’operazione. Una vittoria del no, infattti, potrebbe innescare turbolenze tali da far saltare il consorzio di garanzia. L’aumento di capitale, la cui entità esatta verrà  fissata ulteriormente, è indispensabile per rimettere la banca in carreggiata, ripulita da crediti deteriorati per 27 miliardi, snellita di un quarto delle sue filiali e di altri 2.600 dipendenti. Obiettivo del piano triennale è quello di arrivare a una redditività dell’11% con un utile di 1,1 miliardi all’orizzonte del 2019.  Una tabella di marcia che è apparsa ad alcuni analisti un po’ troppo colorata di rosa, anche tenendo conto che MPS ha chiuso i primi nove mesi con una perdita di 849 milioni, dovuti non solo a rettifiche di crediti ma anche a una forte emorragia di clienti privati che ha duramente penalizzato la raccolta.

 Il calendario prevede ora la convocazione di un’assemblea straordinaria che dia il via all’aumento di capitale, il terzo nel giro di poco più di un biennio.  Morelli ha anche in programma un viaggio organizzato dalle banche J.PMorgan e Mediobanca nei paesi del Golfo alla ricerca di investitori e potenziali soci stabili. Sempre in attesa che si faccia avanti un cavaliere bianco che finalmente trovi MPS di suo gusto.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »