energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mps in lieve perdita, attesa per il maxirosso della trimestrale Economia

Siena – Il Monte dei Paschi ha inviato a Francoforte il  “capital plan” con cui conta di rafforzare il suo patrimonio, piano che prevede un aumento di capitale di 2,5 miliardi e vendita di asset non strategici per 220 milioni. La risposta della Banca Centrale Europea, che aveva bocciato allo stress test  l’istituto senese per  uno shortfall patrimoniale di 2,1 miliardi, è attesa entro la fine del mese. Vi è intanto attesa per il consiglio di amministrazione che mercoledì prossimo dovrà approvare conti trimestrali che, secondo gli analisti di Kepler-Chevreux , si sarebbero chiusi con maxi perdite dovute essenzialmente ad accantonamenti su crediti dubbi. Nella loro nota cifrano queste perdite a 721 milioni di euro dopo quelle di 179 milioni nel secondo trimestre.  Secondo i loro calcoli, nei primi nove mesi del 2014 il Monte andrebbe quindi  in rosso per 1,074 miliardi. Nei primi nove mesi del 2013 il rosso era stato di 518 milioni.

‘’Ci aspettiamo che il tentativo di ristrutturazione di MPS sia di nuovo a un punto morto nel terzo trimestre,  nonostante l’ulteriore riduzione dei costi, -5,1% su base annua a 661 milioni di euro, e la stabilizzazione dei ricavi, +0,4% su base annua a 1.029 milioni…’’ ritiene Kepler che già nei giorni scorsi aveva messo in dubbio le chances di un futuro indipendente per la banca più antica del mondo. Anche secondo il quotidiano «La Repubblica » si profilerebbe nel futuro di MPS un ‘cavaliere bianco’ , probabilmente una banca estera dopo che le ’big ‘ italiane, Intesa Sanpaolo e Unicredit, hanno chiaramente indicato di non essere interessate. Già alla fine della settimana scorsa il « Wall Street Journal » aveva affermato che MPS era ormai formalmente in vendita . Secondo il giornale americano, l’obiettivo della banca sarebbe quello di trovare un acquirente o un partner per una fusione prima  del completamento dell’aumento di capitale previsto entro il primo semestre dell’anno prossimo. Il processo sarebbe comunque solo agli inizi,  nella fase di identificazione di istituti potenzialmente interessati alla  banca la cui capitalizzazione, dopo il forte deprezzamento dei titoli seguito alla bocciatura della BCE, si aggira attorno ai 3,4 miliardi, nonostante nella banca fossero stati iniettati dai mercati a luglio 5 miliardi di euro.

Il titolo ha chiuso oggi in lieve perdita (-0,15% a 0,666 euro) in controtendenza alla borsa che ha guadagnato lo 0,85%.

Altra notizia di oggi relativa al Monte è quella relativa alla decisione della Procura di Siena di non riaprire l’inchiesta sulla morte di Davide Rossi , all’epoca responsabile della comunicazione, trovato morto sul selciato , dopo un volo dalla finestra del suo ufficio.  I familiari di Rossi, non convinti che si fosse trattato di suicidio cosi come ritenuto dalla Procura, avevano chiesto di riaprire il caso. Un caso che sarà al centro della prossima trasmissione di Report che andrà in onda su Rai 3 domenica prossima.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »