energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mps: utile di 388 milioni nel 2015 e un aiuto da Atlante Economia

Siena – MPS intende accelerare sulla cessione dei Npl, i non performing loans anche approfittando del fondo salvabanche Atlante che, secondo l’obiettivo del governo, dovrà sia garantire aumenti di capitale che acquistare crediti deteriorati. Lo ha annunciato oggi l’amministratore delegato Fabrizio Viola nel corso dell’assemblea generale convocata per approvare il bilancio 2015 chiusosi con utile di 388 milioni contro i  5, 3 miliardi di perdite nel  20 14. 

L’istituto senese vuole anche rafforzare il recupero dei crediti grazie alla propria piattaforma creata proprio per garantire una  corretta valutazione delle proprie sofferenze e inadempienze. La piattaforma attualmente gestisce  40 miliardi di crediti. A fine 2015 MPS  aveva circa 10 miliardi di sofferenze nette, quasi il 9% dei suoi crediti, quasi il doppio della media.

Proprio in questa strategia di ridimensionamento delle sofferenze la banca sta  valutando il fondo Atlante che, ha detto Viola, si interseca con la piattaforma di recupero  dei Npl. I mercati si attendono che, una volta operativo dopo il via libera di Bruxelles, il suo primo dossier del fondo Atlante potrebbe essere MPS, banca  in difficoltà da anni e che il governo vorrebbe risanata al più presto.

“Atlante è pensata per due situazioni, ovvero eventuali aumenti di capitale che per noi non sono all’orizzonte e per aiutare a risolvere in parte il problema dei Npl… ” ha detto nel corso dell’assemblea il presidente della Fondazione Marcello Clarich per il quale dunque potrebbe servire ” ad alleviare questo peso enorme che hanno tutte le banche italiane e in particolare il Monte”. Clarich ha anche indicato che la Fondazione ha chiesto circa 3 miliardi in un’azione avviata  nel  2014 contro ex esponenti dell’ente e i suoi advisor per danni legati all’acquisto di Antonvenete nel 2008.


L’assemblea ha approvato a stragrande maggioranza il bilancio e respinto, sempre a stragrande maggioranza, due richieste di azioni di responsabilità nei confronti di Viola e dell’ ex presidente Alessandro Profumo.  I titoli MPS hanno chiuso a 0,58 euro , in rialzo dello 0,86%.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »