energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mukki chiude 2014 con +243mila netto e calo indebitamento Economia

Firenze – Un risultato netto pari a 243.000 euro, un indebitamento ulteriormente ridotto per oltre 2,5 milioni di
euro, i principali indicatori di efficienza e di valore “in notevole miglioramento rispetto al precedente esercizio. In
crescita il valore aggiunto sociale distribuito nel territorio regionale. Sono queste in sintesi le performance di Mukki nel corso del 2014, che la Centrale del latte attribuisce in particolare ad azioni di marketing, legame con territorio e filiera agricola, Piano integrato di filiera del Mugello a cui è legato il lancio dello yogurth da bere di latte solo mugellano.

“Questi risultati – fa sapre la società –  sono notevoli, considerato che abbiamo dovuto operare in un contesto economico e sociale molto complesso: infatti, non solo non si è registrata nel 2014 la fine del periodo recessivo, ma investimenti, consumi ed occupazione hanno proseguito nel trend negativo raggiungendo livelli inediti”.   In complesso la Centrale ha ceduto alle 7.500 imprese clienti qualcosa come 54 milioni di kg/lt di prodotti, raggiungendo gli 87 milioni di fatturato. Sono 60 milioni di litri di latte acquistati nel 2014 di cui circa il 50% proveniente dalla Toscana: negli ultimi due anni il latte toscano conferito in Centrale e aumentato di 5 milioni di litri.
“Possiamo affermare che i prodotti Mukki hanno registrato perdite in termini di volumi di gran lunga inferiori alle medie espresse dal mercato e dai principali competitor”. Prodotti che in termini di valore, “hanno registrato un segno positivo, tanto che la quota di mercato detenuta in Toscana aumenta, andandosi a collocare al 41,5%”.

Tra le azioni segnalate dalla Centrale, che hanno reso possibile i risultati di bilancio, ci sono le iniziative specifiche, i segni grafici sulle confezioni, la presenza sul territorio, per i 60 anni di attivita che hanno consentito di mantenere forte il rapporto e la fidelizzazione di clienti e consumatori; il legame con la filiera del mondo agricolo e con il territorio ha trovato nuova linfa nel Pif (Piano integrato di filiera) del Mugello, con l’individuazione dei valori fondamentali di sostenibilità e benessere e con il lancio (in atto in questi giorni) del nuovo yogurt da bere realizzato esclusivamente con il latte del Mugello.

Mukki ha inoltre beneficiato di nuovi mercati, dal rafforzamento dell’export verso la Cina al conto terzi per altre industrie, e nuovi prodotti, “dalla mozzarella fatta in Toscana con latte toscano al rafforzamento di prodotti di pregio come il latte per la crescita Mukki bimbo e la selezione maremma che ha affiancato la selezione Mugello”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »