energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Multe, a Firenze si pagano (anche) con lo smartphone Cronaca

Firenze – Parte oggi, lunedì 21 settembre, l’iniziativa del Comune di Firenze che intende facilitare il pagamento delle multe attraverso un servizio “smart”. Da oggi infatti sarà possibile pagare attraverso lo smartphone le multe contratte.

Il sistema “Multe Mobile” è una new entry nel parco dei servizi online del Comune di Firenze ed è stato attuato grazie al contributo di un progetto finanziato dall’Agenzia per l’Italia Digitale (SP2CON), di cui l’Amministrazione fiorentina è capofila e che vede in ANCI il ruolo di project management.

In concreto “Multe Mobile rinnova l’attuale versione del servizio online di pagamento delle sanzioni presente sul sito della Polizia Municipale, permettendo agli utenti di utilizzare il servizio da qualunque dispositivo mobile mantenendo anche la doppia lingua del servizio (in italiano e inglese).

La tecnologia con cui è realizzato il servizio lo rende infatti “responsive”, ossia non richiede l’installazione di una app apposita (che lo renderebbe molto più dipendente dalle varie tipologie, marche e versioni di dispositivi mobili) ma usa semplicemente il software di navigazione internet presente in ogni dispositivo, sia esso un computer, uno smartphone o un tablet.
“Continua l’azione di semplificazione dei rapporti con i cittadini avviata dall’Amministrazione comunale e che vede nello sviluppo dei servizi on line uno degli elementi fondamentali – sottolinea l’assessore alla sicurezza e Polizia Municipale Federico Gianassi – la Polizia Municipale si dota di uno strumento moderno e innovativo che rende più facile e immediato il pagamento delle multe utilizzando apparecchi ormai diffusissimi tra la popolazione, ovvero gli smartphone e i tablet”. 

Il pagamento delle multe online rappresenta un servizio digitale molto utilizzato, specialmente dai cittadini residenti all’estero o comunque fuori Firenze. E infatti negli ultimi anni il numero dei verbali e di conseguenza le somme transate on line sono diventati significativi. Nel 2014 i pagamenti effettuati on line sono stati pari al 16,40% del totale, ossia 57.849 di cui pari a 29.017 italiani e 28.832 esteri. Dal punto di vista degli importo riscossi, per i verbali italiani la somma è pari a 1.815.575,92 euro, per quelli esteri 2.876.115,97 euro per un totale di 4.691.691,89 euro.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »