energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Muore in un bagno della Facoltà di Lettere e Filosofia Cronaca

Sono state le addette delle pulizie ad avvisare il 118. Nel pomeriggio di ieri, 7 dicembre, hanno avvertito degli strani rumori provenire da uno dei bagni della sede di piazza Brunelleschi della Facoltà di Lettere e Filosofia. Sembrava che qualcuno stesse vomitando e, ad un certo punto, hanno deciso di dare un’occhiata all’interno delle toilette per vedere se la persona avesse bisogno di aiuto. Quando hanno aperto la porta, però, si sono trovate di fronte un uomo che agonizzava sul pavimento, ed hanno immediatamente contattato il soccorso medico. I sanitari del pronto intervento sono arrivati tempestivamente dall’ospedale di Santa Maria Nuova, ma per l’uomo non c’è stato niente da fare. Secondo le prime analisi, potrebbe essere deceduto a causa di un’overdose. A confermare la tesi della morte causata dalla droga il fatto che i carabinieri, accorsi sul luogo a seguito della segnalazione dei custodi della Facoltà di Lettere, hanno trovato nel bagno una siringa. Ancora non ci sono certezze sull’identità della persona deceduta, ma pare si tratti di un uomo campano di età intorno alla quarantina. Al momento sono in corso le indagini dei carabinieri, che stanno ricostruendo i dati anagrafici dell’uomo grazie al codice fiscale, l’unico documento che gli è stato trovato addosso. L’accaduto ha gettato lo scompiglio in tutta la Facoltà di Lettere e Filosofia, costringendo il preside, Riccardo Bruscagli, ad interrompere i Consiglio di Facoltà che era stato convocato per il pomeriggio di ieri. Lo stesso preside ha dichiarato ai giornalisti che si tratta dell’ennesimo episodio di degrado che si verifica nella piazza del centro storico in cui è ubicata la Facoltà. Una piazza a pochi passi dalla cupola del Duomo, ma che troppo spesso viene dimenticata a sé stessa dalle forze dell’ordine.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »