energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Muri imbrattati: soluzione solo se si agisce tutti insieme Opinion leader

Quando leggo uno statement, o vedo tag e opere di writing su una superficie pubblica, penso che sia ancora una buona notizia: l’appropriazione temporanea dei muri della città anche da parte di chi non ha i soldi per acquistare spazi pubblicitari (manifesti, teloni e orrendi neon) che deturpano il paesaggio urbano in modo indecoroso e appena più accettabile. Ma credo che i problemi, e l’espressione del disagio individuale e collettivo, debbano trovare altre vie, più efficaci e argomentative, per essere comunicati,  e sempre nel rispetto di quelle regole di condivisione sociale che tengono aggregata la nostra civiltà. Mi è altrettanto chiaro il danno economico che il graffitismo selvaggio produce, a pubblici e privati, e che non sempre si può ridurre a una questione morale l’arbitrio del singolo. Condanno, quindi, l’atto vandalico, e penso che la soluzione (se una soluzione è possibile), vada cercata con metodi lenti, con l’azione educativa, con l’esempio. Credo che la prospettiva di assegnare spazi autorizzati non potrà mai arginare il fenomeno, perché è proprio nell’insubordinazione che l’azione trova il suo compimento. È solo “agendo tutti insieme” che si potrà immaginare, sulla distanza, una soluzione. Agendo tutti insieme ma da soli, ognuno per conto proprio: sollevando il problema della responsabilità dei singoli e aprendo, ogni volta in cui sarà possibile, il confronto con quelle aree che per ora ritengono utile (a quale fine non saprei), esprimersi attraverso l’atto illegittimo. Non mi aspetto più che questo esempio arrivi dalla politica (a qualsiasi livello), ma spero ancora che emerga da ognuno di noi: agendo tutti insieme.


Pietro Gaglianò. Critico d’arte.
A sua cura l’attuale mostra di Adalberto Abbate “Firenze says”, un archivio di scritte sui muri di Firenze, un suo intento dimostrativo di “assunzione di responsabiltià”, presso la SRISA Gallery, via S. Gallo 53r.o.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »