energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Musei fiorentini “aperti per ferie” Cronaca

Festività natalizie nei musei fiorentini.  Domani, vigilia di Natale, nonostante si tratti di un lunedì, la Galleria degli Uffizi (dove è stata appena riaperta la Sala della Niobe e inaugurate le due nuove sale, al piano nobile, dedicato a Vasari, Allori e al secondo Cinquecento fiorentino) e la Galleria dell’Accademia saranno straordinariamente aperti con orario 8.15-18. Ad essi si aggiungeranno gli altri musei, cenacoli e ville normalmente aperti il 4° lunedì di ogni mese, ovvero: Museo degli Argenti e Galleria del Costume a Palazzo Pitti, Giardino di Boboli, Cappelle Medicee, Palazzo Davanzati, Cenacolo del Ghirlandaio e Ville medicee della Petraia, Castello, Poggio a Caiano e Cerreto Guidi.


Anche il 31 dicembre, che cade sempre di lunedì, Galleria degli Uffizi e Galleria dell’Accademia resteranno aperti in via eccezionale dalle 8.15 alle 18. A questi si aggiungeranno il Museo Nazionale del Bargello, Museo di San Marco, il Cenacolo di Sant’Apollonia, e le Ville medicee della Petraia, Castello, Poggio a Caiano e Cerreto Guidi.
Da segnalare, il 24 e il 31 che il Museo di Orsanmichele resterà aperto al pubblico nei lunedì 24 e 31 dicembre con ingresso libero dalle 10 alle 17, mentre la chiesa sarà aperta tutti i giorni.
Infine per Capodanno, quando la maggioranza dei musei del Polo Museale fiorentino osserveranno la prevista chiusura, saranno aperte le Ville medicee della Petraia e di Poggio a Caiano (dalle 9.30 alle 15.30) e quella di Cerreto Guidi, dalle 13.30 alle 19.30.

E ancora: il Museo dell’Opificio delle Pietre Dure (via degli Alfani, 78, a Firenze) resterà aperto, con le consuete modalità d’accesso,dalle 14 alle 19, il 25 dicembre 2012 e il 1° gennaio 2013.
Solo per Capodanno sarà possibile visitare i Laboratori della Fortezza da Basso (Viale Filippo Strozzi 1 a Firenze) con ingresso gratuito dalle 14 alle 18 per gruppi di massimo 20 persone che saranno guidate da personale dell’Istituto. È obbligatoria la prenotazione (fino al 31 dicembre, escluso il sabato e i giorni festivi, dalle 09 alle 13, al numero 055/2651347-339)
Quindi il Museo Archeologico di piazza Santissima Annunziata: il 24 e il 31 dicembre sarà chiuso, ma il giorno di Natale e Santo Stefano sarà aperto dalle 8.30 alle 14, mentre per Capodanno dalle 13.30 alle 19.

Fin qui i musei. Ma in queste festività è possibile ammirare anche alcune splendide mostre.
Agli Uffizi sono ben due le mostre in corso in questo. Al Gabinetto Disegni e Stampe (piano nobile della Galleria) fino al 18 marzo è in corso la mostra di 40 acqueforti “Rembrandt visto da Morandi”, curata da Marza Faietti e Giorgio Marini. Alle Reali Poste – che resteranno aperte anche per Capodanno dalle 13.30 alle 19.30) fino al 3 febbraio è visibile la mostra “L'alchimia e le arti – I Mai Visti. La fonderia degli Uffizi da laboratorio a stanza delle meraviglie” curata da Valentina Conticelli.
A Palazzo Pitti sono ben tre le mostre che proseguono durante tutto il periodo natalizio e di fine anno: nella Sala delle Nicchie della Galleria Palatina è stata prorogata al 30 marzo la mostra “Il mito, il sacro, il ritratto. Dipinti dai depositi della Galleria Palatina” curata da Alessandro Cecchi e Anna Bisceglia; alla Galleria del Costume proseguirà fino al 9 gennaio 2013 la mostra “La Nuova Frontiera. Storia e Cultura dei Nativi d’America dalle Collezioni del Gilcrease Museum”. Quindi alla Galleria d’arte moderna, la direttrice Simonella Condemi ha curato la mostra “Firenze negli occhi dell’artista. Da Signorini a Rosai” che proseguirà fino a domenica 6 gennaio 2013.

Infine alla Villa medicea di Cerreto Guidi c’è tempo fino al 10 marzo 2013 per ammirare “Amore vittorioso e altre storie”, la mostra curata da Marilena Tamassia che quest’anno ha essenzialmente due finalità. La prima vuole valorizzare quell’enorme serbatoio di opere d’arte che è l’Eredità Bardini, i cui preziosi materiali vengono ogni anno restaurati e proposti al pubblico; la seconda è mettere in risalto la felice sinergia che si è creata con Cerreto Guidi, il suo territorio e le sue istituzioni ed associazioni.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »