energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Museo del Novecento: gli appuntamenti di marzo Notizie dalla toscana

Firenze – A marzo il Museo Novecento prosegue i suoi cicli di conferenze e si apre a nuove collaborazioni che coinvolgeranno alcune importanti realtà cittadine: la Fondazione Teatro della Toscana e il Florence Korea Film Fest, giunto quest’anno alla 14°edizione.

Doppio appuntamento con Pagine d’Arte: la presentazione di due libri dedicati rispettivamente a Lucio Fontana e a Ketty La Rocca sarà l’occasione per approfondire ed indagare la vita e l’attività di due artisti del Novecento presenti nel Museo.

Emilio Vedova sarà, invece, la figura attorno alla quale ruoterà l’incontro del ciclo Grandi Artisti del Novecento Italiano a cura del Dipartimento di Mediazione MUS.E: ripercorrendone le vicende artistiche, si cercherà di comprendere l’opera di uno dei maggiori rappresentanti dell’informale italiano.
Prosegue la collaborazione con la rassegna Materia Prima dedicata alla ceramica contemporanea: l’artista Marco Bagnoli, in dialogo con il critico d’arte Giuliano Serafini, parlerà della sua pratica artistica a partire dalle opere realizzate in ceramica.

 

 

Mercoledì 2 marzo ore 17.30

CARISSIMI PADRI

«V’HAN CERTUNI CHE DORMENDO / VANNO INTORNO COME DESTI». STORIE DAL «MONDO DI IERI»

Con Donatella Allegro, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Diana Manea, Eugenio Papalia e, alla fisarmonica, Olimpia Greco

Lettura e musica nell’ambito del progetto Carissimi Padri… Almanacchi della “Grande Pace” (1900-1915), in collaborazione conFondazione Teatro della Toscana.

 

Promosso dal Teatro della Toscana, il progetto partecipato Carissimi Padri… Almanacchi della “Grande Pace” (1900-1915) è un lungo viaggio, dal febbraio all’autunno del 2016, per riflettere insieme su cosa ci ha portati a quel lontano tramonto, il tramonto che un po’ ci ha generati. Un viaggio teatrale, ma non solo, in salsa grottesca, dalle luci abbaglianti dell’Esposizione Universale del 1900 al maggio glorioso del 1915, per fare finalmente i conti con i nostri “Padri carissimi” – senza dimenticare mai che, come scrive Brecht, «la tragedia, molto più spesso della commedia prende alla leggera le sofferenze dell’umanità».

 

Nell’ambito del progetto Carissimi Padri, il Museo Novecento ospiterà tra aprile e maggio due spettacoli itineranti nelle sale espositive.

 

La conferenza è ad ingresso libero fino a esaurimento posti e non prevede l’accesso al percorso museale.

 

 

Mercoledì 16 marzo ore 17.30

PAGINE D’ARTE

Lucio Fontana, Manifesti Scritti Interviste

La curatrice del volume Angela Sanna dialoga con Susanna Ragionieri

 

Una raccolta di scritti del grande maestro del Novecento Lucio Fontana (Rosario di Santa Fé, 1899 – Varese, 1968): manifesti, testi e interviste dove emergono, insieme alla teorizzazione dello Spazialismo, le opinioni dell’artista sull’arte del momento e sui campi di ricerca da lui esplorati, dalla ceramica alla scultura, dalla pittura agli interventi ambientali.

 

Il volume, curato da Angela Sanna, è edito da Abscondita Milano all’interno della collana Carte d’artisti.

La conferenza è ad ingresso libero fino a esaurimento posti e non prevede l’accesso al percorso museale.

 

 

Mercoledì 23 marzo ore 17.30

PAGINE D’ARTE

Ketty La Rocca Nuovi Studi

Le curatrici del volume Raffaella Perna e Francesca Gallo dialogano con Fabio Cavallucci

 

Ketty La Rocca (La Spezia, 1938 – Firenze, 1976) è una delle protagoniste della neoavanguardia italiana.

I contributi pubblicati nel libro gettano uno sguardo nuovo e trasversale sulla sua ricerca, per restituire attraverso prospettive diverse e fonti documentarie inedite i molteplici ambiti d’interesse e i riferimenti culturali dell’artista, dalla linguistica, alla semiotica, all’antropologia, alla psicologia. Il volume affronta il lavoro di La Rocca alla luce del contesto artistico e culturale degli anni Sessanta e Settanta, analizzando in particolare il rapporto con la poesia visiva, il peculiare interesse per la fotografia, il video e la performance, e i legami con la neoavanguardia e con il dibattito femminista italiano e internazionale.

 

Il libro, edito da Postmedia books, raccoglie testi di Silvia Bordini, Ada De Pirro, Elena Di Raddo, Francesca Gallo, Raffaella Perna, Lucilla Saccà.

 

La conferenza è ad ingresso libero fino a esaurimento posti e non prevede l’accesso al percorso museale.

 

 

Mercoledì 30 marzo ore 17.30

NOVECENTO PRESENTA
Marco bagnoli: Spirituale Ultimo?

L’artista in conversazione con Giuliano Serafini

In collaborazione con la rassegna Materia Prima, introducono Marco Tonelli e Valentina Gensini.

 

Presente all’interno del Museo Novecento con l’istallazione Two in One, Marco Bagnoli a partire dagli anni Settanta ha sviluppato una pratica artistica che si articola tra materiali e media diversi, come pittura, scultura, disegno e installazione. Le sue opere prendono avvio da profonde conoscenze matematiche, spirituali e filosofiche che spaziano dall’Occidente all’Oriente e lo portano a ricercare una sintesi possibile fra dato estetico, enunciato scientifico e tensione spirituale.

 

L’artista, in conversazione con il critico Giuliano Serafini, ripercorrerà il suo lavoro a partire dalle opere realizzate in ceramica.

 

La conferenza è ad ingresso libero fino a esaurimento posti e non prevede l’accesso al percorso museale.

 

 

Domenica 20 marzo ore 10.30

GRANDI ARTISTI DEL NOVECENTO ITALIANO

Emilio Vedova

Incontro a cura del Dipartimento Mediazione di MUS.E

 

Un calendario di incontri dedicati ai principali protagonisti dell’arte italiana del XX secolo per ripercorrerne le vicende artistiche e offrire un supporto alla comprensione della loro opera.

Il ciclo prevede un incontro al mese, curato dal Dipartimento Mediazione di Mus.e (Yan Blusseau, Florinda Nesticò, Elisabetta Stumpo).

 

Emilio Vedova è uno dei massimi rappresentanti dell’informale italiano. Incline alla continua sperimentazione dei materiali e delle tecniche, definisce una pittura dalla ricca articolazione del colore e carica di tensione.

 

La partecipazione è gratuita. La prenotazione è obbligatoria.

Per informazioni e prenotazioni: Tel. 055-2768224 055-2768558,info@muse.comune.fi.itww.musefirenze.it

 

 

TEATRO NICCOLINI

Venerdì 18 marzo ore 21.00

NOVECENTO PRESENTA

FEELING KOREA
Danza e musica coreana nell’ambito della 14esima edizione del Florence Korea Film Fest, con Kim Mook Won e Art Project Bora.

In collaborazione con Teatro Niccolini – Fondazione Teatro della Toscana e Florence Korea Film Fest.

 

Al Teatro Niccolini performance musicali e di danza tra tradizione e contemporaneità. Feeling Korea si aprirà con Sarangga, tipica musica dedicata all’amore, per proseguire con Sinawi, una forma tradizionale di musica eseguita da un ensemble che anticamente accompagnava i riti di sciamanesimo coreano. Nella seconda parte della serata si terranno un Live Drawing Art con la pittrice Kim Mook Won e la performance di danza Somoodelle sei danzatrici coreane che compongono l’Art Project Bora.

 

La 14° edizione del Florence Korea Film Fest si terrà a Firenze dall’11 al 18 marzo. La manifestazione porta in Italia la cinematografia sud coreana con omaggi, premi, retrospettive, attori e registi ospiti. L’edizione 2016 omaggia la star Ryoo Seung-wan, attore e regista tra i più famosi in patria. Il festival è diretto da Riccardo Gelli, ideatore e fondatore dell’iniziativa, e coordinato dalla vice direttrice Eun-young Chang.

 

Le performance al Teatro Niccolini sono a ingresso libero.

Per informazioni: Florence Korea Film Fest, organizzazione 055 50 48 516, Taegukgi – Toscana Korea Association; info@koreafilmfest.comwww.koreafilmfest.com; Cinema Odeon 055 29 50 51.

 

 

Informazioni
Museo Novecento, piazza Santa Maria Novella
Tel. 055-2768224, 055-2768558 (da lunedì a sabato 9.30-13.00 e 14.00 -17.00, domenica e festivi 9.30-12.30)
info@muse.comune.fi.it
www.museonovecento.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »