energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Museo della Scienza e della Tecnica
 nuovi servizi digitali Cronaca, Cultura

Firenze –  Nuovi servizi digitali di accessibilità al Museo Fondazione della Scienza e della Tecnica di Firenze. High Tech vs High Touch questo il nome del progetto è realizzato grazie al contributo della Fondazione CR Firenze nell’ambito del bando “Laboratori Culturali – innovazione digitale e nuovi pubblici nei musei”.

Il nuovo progetto, che sarà presentato il 25 settembre alle 12 presso la Fondazione Scienza e Tecnica di Firenze ha l’obiettivo di implementare l’offerta museale e ampliare il bacino di utenti attraverso l’uso di innovativi linguaggi multimediali.

All’incontro saranno presenti Donatella Lippi e Stefano Caramelli, rispettivamente Presidente e Direttore della Fondazione Scienza e Tecnica, e Donatella Carmi Vicepresidente della Fondazione CR Firenze. Il Museo della Fondazione Scienza e Tecnica, grazie al valore delle sue collezioni storico-scientifiche, attrae studiosi e ricercatori, studenti e appassionati di tutta Italia.

“È con grande soddisfazione – afferma Donatella Lippi, Presidente della Fondazione Scienza e Tecnica di Firenze – che presentiamo le nuove opportunità che il Museo della Fondazione Scienza e Tecnica mette a disposizione dei suoi frequentatori. Grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, il nostro museo può essere più inclusivo e accogliente, offrendo occasioni formative nuove, attraverso linguaggi accessibili a un pubblico diversificato e anche a persone con disabilità uditive”. 

Già da qualche anno, il Museo ha potenziato la comunicazione tradizionale e digitale con la creazione di nuovo materiale comunicativo cartaceo, l’inserimento di QR code all’interno del percorso espositivo, la messa a punto del nuovo sito web e la realizzazione di una specifica Audioguida. 

Per raggiungere questi obiettivi, sono ora messi a disposizione dei visitatori del Museo nuove funzionalità e nuovi supporti multimediali e interattivi alla visita.

Tra questi: un Video generale di approfondimento, con sottotitoli e audio in italiano e Video in LIS, Lingua dei Segni Italiana; 9 Video in LIS con sottotitoli e audio in italiano, relativi alle varie sezioni del Museo; una Mappa interattiva di orientamento della struttura e dei servizi del Museo, dotata di tasti audio e con una versione anche in inglese; un monitor touch per la mappa interattiva installato all’ingresso, una postazione fissa di monitor per proiezione video generale a ciclo continuo; il perfezionamento dell’Audioguida del Museo, attraverso la realizzazione di una English Version. Un lavoro di implementazione è stato fatto anche sui canali social attraverso la creazione di pagine dedicate al Museo sul canale Instagram e su Google+.

Al fine di consentire a tutti coloro che hanno una disabilità uditiva di poter apprezzare tutti gli aspetti del Museo, è in previsione, infine, la predisposizione di un servizio continuativo di traduzione in LIS, con interprete professionale e specializzato sia per visite guidate alle collezioni sia per alcune attività previste al Planetario. 

L’incremento di efficienza e di arricchimento della proposta culturale del Museo della Fondazione Scienza e Tecnica, attraverso questo progetto, si colloca in linea con il percorso, in atto, di innalzamento della qualità dei propri standard e in linea con gli obiettivi condivisi dal Sistema dei Musei Scientifici, perseguendo con maggiore facilità le linee guida in cooperazione con gli organi governativi e specificamente attivi dei Beni Culturali e dei Musei della Regione Toscana.

‘’Il nostro intervento – osserva la Vice Presidente della Fondazione CR Firenze Donatella Carmi – si inserisce nel costante sostegno all’attività della Fondazione Scienza e Tecnica, soprattutto per quei progetti che sono rivolti ai giovani e al mondo della scuola ai quali la nostra Fondazione destina tante energie e risorse. Per questi motivi, lo scorso anno, ci siamo fatti carico delle acquisizioni delle modernissime apparecchiature per il nuovo Planetario che consentono, anche ai semplici amatori, di approfondire i principali concetti di astronomia e astrofisica. Guardiamo con favore a queste iniziative perché contribuiscono alla conoscenza e alla formazione dei giovani utilizzando linguaggi propri del nostro tempo’’.

Il progetto è stato seguito, per la Fondazione Scienza e Tecnica, dalla Dr.ssa Stefania Lotti. Per tutta la durata dell’evento sarà garantito il servizio d’interpretariato LIS, Lingua dei Segni Italiana, a cura della Dr.ssa Alessandra Biagianti.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »