energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Il Museo di Fucecchio segna un incoraggiante +37% di visite Notizie dalla toscana

Fucecchio (Firenze) – Segnali di risveglio. Dopo il turismo anche la cultura. A Fucecchio i numeri relativi all’anno 2014 fanno ben sperare. L’ultimo dato statistico confortante è quello degli accessi al Museo. Forse è eccessivo usare toni trionfalistici ma l’incremento di visitatori dal 2013 al 2014 è stato significativo; si è passati da 3.740 a 5.126 con un sorprendente +37%. Il dato è ancor più rilevante se si considera il fatto che gli studenti arrivati attraverso i progetti con le scuole nel 2014 sono stati 240 in meno rispetto ai 12 mesi precedenti (958 contro 1158).

A spiegare i motivi di questa crescita è l’assessore alla cultura Daniele Cei. “La volontà dell’amministrazione comunale di arricchire di contenuti l’offerta culturale del Museo – dice – sta dando i suoi frutti. Abbiamo organizzato mostre e abbiamo sfruttato la sinergia con altre attività culturali e con gli eventi organizzati nel centro storico. Basti pensare che nel weekend del 6 e 7 settembre 2014, in occasione della festa medievale Salamarzana, il Museo ha avuto quasi 400 visitatori”.

L’interesse riscontrato per le proposte museali e per le mostre temporanee nel 2014 non è comunque motivo di appagamento per la giunta comunale.

“Abbiamo intenzione – aggiunge Cei (nella foto) – di rendere il Museo di Fucecchio ancora più fruibile, di arrcchirlo ulteriormente di contenuti presentandoli in maniera più innovativa. Siamo certi che proseguendo su questa strada i risultati continueranno ad arrivare e il patrimonio artistico, storico e culturale della nostra città verrà valorizzato come merita”.

Intanto l’ammnistrazione comunale ha rinnovato la convenzione con la Rete Museale Valdarno di Sotto di cui fanno parte anche i musei di Castelfranco di Sotto, Montopoli Valdarno, San Miniato e Santa Maria a Monte. Costituita nel 2007, con il sostegno della Regione Toscana, coordina e integra le attività dei vari musei per rendere più efficace e incisiva la funzione di educazione, sensibilizzazione e valorizzazione del patrimonio archeologico, storico-artistico e naturalistico delle comunità. Rientrano in questa prospettiva anche il sito www.valdarnomusei.it e il concorso rivolto alle scuole primarie e secondarie di primo grado che si prefigge di sviluppare l´interesse verso il patrimonio e diffondere la conoscenza dei beni storici e archeologici del territorio saldando i legami fra la scuola e i musei.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »