energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Museo Innocenti: Ipostudio vince il premio IN/Architettura Cultura

Firenze – Continua a fare incetta di riconoscimenti il progetto del Nuovo Museo degli Innocenti di Firenze firmato dagli architetti fiorentini di Ipostudio, il gruppo fondato nel 1984 da Lucia Celle, Roberto di Giulio, Carlo Terpolilli, Elisabetta Zanasi Gabrielli, a cui in seguito si associano Luca Belatti, Maria Giulia Bennicelli Pasqualis, Panfilo Cionci e Beatrice Turillazzi.

Dopo il premio Architettura Toscana del 2017, la candidatura al Big Mat /international Architecture Awards 2019 tra 14 finalisti di sette paesi europei ed il recente premio Regionale In/Arch 2020, il team fiorentino ha ricevuto ricevuto oggi 18 dicembre il Premio nazionale IN/Architettura 2020 per la categoria Interventi di riqualificazione edilizia. 

“La Giuria ha apprezzato il coraggio di confrontarsi con forza con la storia, senza timori o remore. Il nuovo progetto affronta con grande qualità e con soluzioni innovative le complesse relazioni tra il manufatto di Brunelleschi, il patrimonio archivistico e storico-artistico e le attività connesse, raccogliendo le diverse funzioni in un unico organismo”, questa la motivazione del premio da parte della  giuria presieduta dal filosofo Aldo Colonetti e composta da Domizia Mandolesi, Adolfo Guzzini, Andrea Margaritelli, Monica Alejandra Mellace, Cecilia Di Marzo e Carme Pinòs.

E’un luogo molto amato Lo Spedale, primo brefotrofio laico nato grazie al lascito di Francesco Datini, per quel che rappresenta per Firenze ed il mondo. I visitatori nazionali ed internazionali ne apprezzano l’innovazione progettuale in perfetto dialogo con le preesistenze artistiche ed architettoniche.

Negli ultimi anni Ipostudio ha allargato il territorio ed i confini di lavoro vincendo due importanti concorsi internazionali, quello per l’ampliamento dell’Ospedale Civico di Lugano in corso di realizzazione e quello per il Micas (Malta International Contemporary Art Space) in fase di costruzione nel borgo settecentesco di Floriana; inoltre sta realizzando un nuovo insediamento urbano a Outapi in Namibia; infine, nel 2013 ha progettato e realizzato un Internaat-Casa accoglienza per bambini e adolescenti con handicap a Lommel, in Belgio, dopo aver vinto il concorso internazionale. Mentre a Firenze a fine 2019 è stato completato il Campus Firenze, una nuova residenza studentesca nel quartiere di Careggi, nelle zone nord della città.

Sono in fase di realizzazione il Polo scolastico “La Città della scuola” a Sarno (Salerno), un insediamento produttivo e direzionale a Scandicci; la Scuola elementare Renato Fucini ad Albinia (Orbetello) e il restauro e ampliamento del Grand Hotel Milano a Brunate sul lago di Como.

Foto: La sala dei segni di riconoscimento nel Museo degli Innocenti foto Pietro Savorelli, Benedetta Gori, Damiano Verdiani

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »