energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Musica e danza nel Castello di Monteriggioni Notizie dalla toscana

Monteriggioni – Tre serate di musica e danza sotto le stelle nella cornice del Castello di Monteriggioni e in compagnia di grandi artisti. Sono quelle in programma giovedì 26 luglio con Giovanni Allevi, mercoledì 1 agosto con Rocco Papaleo e martedì 7 agosto con La Traviata. La rassegna è promossa da Comune di Monteriggioni e Fondazione Toscana Spettacolo Onlus.

Gli appuntamenti si apriranno giovedì 26 luglio, alle ore 21.30, con Giovanni Allevi, che animerà Piazza Roma, nel cuore della cinta muraria di Monteriggioni, con il suo Equilibrium Tour che nei mesi scorsi ha toccato tutta Italia con oltre venti date. La performance vedrà protagonista il noto pianista e compositore accompagnato da tredici Archi dell’Orchestra Sinfonica Italiana (produzione BIZART Artist Management). Il nome del tour è dedicato all’ultimo progetto discografico di Allevi, “Equilibrium”, che uscirà il prossimo 20 ottobre, e lo porterà sul palcoscenico con un equilibrio perfetto tra “compositore, pianista e direttore d’orchestra”, insieme al carisma e alla leggerezza che lo contraddistinguono e alternando atmosfere seducenti delle nuove composizioni ai brani più celebri della sua carriera.

Mercoledì 1 agosto, ancora alle ore 21.30, il Castello di Monteriggioni ospiterà Rocco Papaleo e la sua band Rocco Papaleo Live, composta da Arturo Valiante, al pianoforte; Guerino Rondolone, al contrabbasso; Davide Savarese, alla batteria e percussioni, e Giorgio Tebaldi al trombone. La performance accompagnerà il pubblico in un viaggio straordinario in cui le parole incontreranno la musica, tra canzoni, racconti, monologhi e gag surreali per creare un teatro “a portata di mano” capace di divertire ed emozionare.

Martedì 7 agosto, ancora alle ore 21.30, il terzo e ultimo appuntamento della rassegna darà spazio a La Traviata, con coreografia, regia, scene, luci e costumi di Monica Casadei per la produzione compagnia Artemis Danza/Monica Casadei. La performance porterà in scena una Traviata letta dal punto di vista di Violetta contro tutti e al centro di una società maschilista espressa da un coro in nero. Lo spettacolo è il primo capitolo del progetto dedicato a Giuseppe Verdi con una proposta in danza dei melodrammi più celebri del compositore di Busseto, a cui è seguito Rigoletto e, in occasione del bicentenario della nascita di Verdi e Wagner, su commissione del Teatro Comunale di Bologna, La Doppia Notte. Aida e Tristan, accompagnata dal vivo dall’Orchestra del Teatro stesso.

Foto: Rocco Papaleo

Print Friendly, PDF & Email

Translate »