energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Nardella, a Trespiano un bosco per le vittime del covid Breaking news, Cronaca

Firenze – Situazione sanitaria in lento miglioramento  (anche se oggi tornano a crescere i casi positivi, facendo allontanare l’obiettivo del contagio zero), il sindaco Nardella torna in consiglio, il primo consiglio comunale in presenza nel salone dei ‘500 per garantire le distanze di sicurezza, per riferire sulla situazione all’assemblea. Se la situazione sanitaria è migliorata, infatti, tuttavia la crisi economica e sociale assume contorni ancora indefiniti nella sua gravità.

“I mesi appena passati e quelli di fronte a noi saranno i più duri che la città abbia mai dovuto affrontare dal dopoguerra – ricorda il sindaco –  più di 6 miliardi di euro di danni all’export, un miliardo di euro di perdite nel solo settore del turismo, 200 milioni di euro di disavanzo stimato nelle casse del Comune. La Camera di Commercio di Firenze ha calcolato che nello scenario più ottimistico, partendo da una prospettiva di PIL in flessione del 9,4% e un calo dei consumi del 6% si raggiungerà quest’anno una perdita in valore di oltre 1,2 miliardi per le quasi 18mila imprese del settore commerciale nella Città metropolitana”.

All’emergenza economica si aggiunge quella sociale. “Lo abbiamo visto dai primi giorni – dice Nardella – quando il comune e la rete del volontariato si sono trovati a distribuire 7000 buoni spesa a persone e famiglie in crisi. Lo stesso è avvenuto con il bando comunale per l’emergenza affitti: in un solo giorno sono arrivate 1700 domande. Ai poveri di sempre si sono sommati i poveri dell’epidemia. Apprezziamo la Circolare dell’Agenzia delle Entrate per la compensazione del bonus affitti per il 60%, anche se la situazione del nostro Centro Storico andrà continuamente monitorata”.

Il sindaco, per affrontare il nuovo, complesso periodo che si sta avvicinando, richiama il documento, aperto al contributo di tutti, “che abbiamo chiamato “Rinasce Firenze” e su cui mi aspetto che il Consiglio Comunale voglia intervenire con indicazioni e integrazioni. Abbiamo già ricevuto tante segnalazioni e suggerimenti da parte dei cittadini: le più interessanti saranno inserite nel documento”.

I punti sottolineati sono il  ritorno della residenza in centro storico, “attraendo uffici ed imprese, promuovendo anche le locazioni agli studenti e la conversione di aree, assegnando nuove funzioni per la nascita di poli innovativi dove incentivare laboratori hi-tech e dedicati alla ricerca e alla formazione come per esempio una scuola internazionale di hotellerie”, il “Progetto 1500 metri”, con  l’obiettivo è di ridurre gli spostamenti interquartiere e rafforzare l’economia locale attraverso una sinergia con le attività economiche presenti nel medesimo territorio. “Sarà possibile verificare tramite georeferenziazione la presenza di servizi pubblici all’interno di aree raggiungibili a piedi entro 15 minuti. Interverremo potenziando i servizi stessi e amplieremo, ove possibile, marciapiedi e percorsi ciclabili. In questo modo si intende creare una fitta rete di servizi di prossimità che garantiscano al cittadino l’accessibilità in 15 minuti a piedi, in qualsiasi punto della città abiti”, spiega il sindaco. Ancora, il sindaco riassume le attività amministrative svolte in questi mesi, il tema della scuola, il progetto ambientale volto a rendere Firenze sempre più green. Tema sport, oltre alle agevolazioni per le società sportive, Nardella ricorda: “Andiamo avanti con le candidature per le Olimpiadi e la Tappa del Tour de France e facciamo il tifo perché la Formula 1 decida di tenere un Gran Premio al Mugello”.

“In tema stadio, noi siamo disponibili a qualunque ipotesi prospettata dalla società, nel rispetto delle norme. Aspettiamo di incontrare la proprietà per esaminare nel dettaglio le 4 ipotesi prospettate dal Presidente Commisso, sempre con l’obiettivo di promuovere Firenze, la Fiorentina e l’economia del territorio”.

Per quanto riguarda la cultura, “abbiamo riaperto il Museo di Palazzo Vecchio, Museo del Novecento e Museo Bardini per i weekend. Questa prima fase durerà fino al 30 giugno. Nel primo weekend di riapertura, 8500 persone hanno visitato le Gallerie degli Uffizi, Boboli e Palazzo Pitti. E’ un grande segnale, in un momento complicato per tutte le attività culturali. Abbiamo riaperto una biblioteca per ogni quartiere e siamo al lavoro per un piano di riaperture graduali: siamo in contatto con i sindacati e le aziende e cooperative che in appalto gestiscono questi servizi e per cui la situazione non è semplice”.

Ambiente, “grande Piano del Verde e degli spazi aperti, ponendo il tema del cambiamento climatico e della sostenibilità al centro della nostra prossima pianificazione operativa. Proseguiremo nell’incrementare il verde urbano con 20.000 nuove alberature entro la fine del mandato”.

Infine, il bosco di Trespiano: “Sulle Colline di Trespiano ricorderemo inoltre le vittime del Covid con un bosco a loro dedicato”.

Un punto nuovo, la riprogrammazione del servizio dei nostri vigili di quartiere. “L’obiettivo è di garantire ancor di più la presenza diffusa sul territorio di pattuglie appiedate della polizia municipale con funzione di presidio e di prevenzione. Abbiamo suddiviso il territorio comunale in zone, dove il personale del reparto della polizia di prossimità sarà maggiormente concentrato, così da produrre un cambiamento efficace. Partiremo nelle 9 zone individuate come prioritarie:

  • Stazione-San Lorenzo;
  • Santa Croce-S Ambrogio;
  • Piazza Tasso-Carmine;
  • Piazza Puccini-San Jacopino;
  • Parco e centro commerciale San Donato-Novoli;
  • Brozzi-Piagge;
  • Gioberti-Bellariva;
  • Gavinana-Bandino;
  • Isolotto.

Ogni 15 giorni, anche seguendo le fondamentali indicazioni dei Presidenti di quartiere, verrà riprogrammata la suddivisione del territorio e l’intensità della presenza della polizia di prossimità su ogni zona. Si tratta come detto dell’evoluzione dei nostri vigili di quartiere, per rendere ancora più efficiente il servizio e soprattutto più visibile la presenza sul territorio”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »