energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Nardella ribadisce: “Ok il monopattino, ma col casco” Breaking news, Cronaca

Firenze – E’ stato nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta ieri, che il sindaco di Firenze Dario Nardella è tornato sul tema del casco in monopattino, reso obbligatorio da unìordinanza del Comune contro la quale pendono due ricorsi al Tar presentati da altrettante socità di noleggio di monopattini elettrici.

Il ragionamento del sindaco guarda alla sicurezza sulle strade come priorità. “Crediamo che questo mezzo sia da promuovere perché è assolutamente ecosostenibile, non inquinante però pensiamo anche che la sicurezza sulle strade venga prima di ogni cosa”. Un impegno per la sicurezza stradale che, ricorda, il sindaco, ha dato i suoi frutti, con la riduzione del 60% degli  incidenti mortali e del 40% di quelli gravi negli ultimi cinque/sei anni.

“La legge di bilancio – dice – prevede il casco obbligatorio per tutti gli Under 18 che utilizzano il monopattino elettrico. Questo vale anche per i monopattini a noleggio. Non capiamo perché se lo mette un ragazzo di 17 anni non può farlo anche uno di 19. Sono stato criticato perché mi hanno detto che è un costo. Io credo che la vita umana non abbia prezzo. Siamo favorevoli a questo tipo di mobilità moderna, siamo felici di averlo lanciato per la share mobility ma per noi è fondamentale salvaguardare tante vite umane. Ci batteremo fino in fondo perché l’obbligatorietà del casco diventi legge nazionale, tanti paesi stanno andando in questa direzione”.

L’auspicio di Nardella è che anche le società di noleggio maturino questa consapevolezza al più presto e conclude con una confessione curiosa. “Sarebbe bello che insieme a noi facessero una battaglia per la sicurezza nelle strade. Sarebbe un gesto di grande maturità, un modo per dimostrare attenzione verso i propri clienti e verso i nostri cittadini. L’unico modo per poter conciliare la fruizione piena di questo mezzo e la sicurezza di chi lo adopera è proprio la misura che noi abbiamo raggiunto con l’ordinanza per il casco obbligatorio. Con la strada non si scherza: quando ci sono in gioco vite umane bisogna essere molto determinati e anche disposti a fare qualche piccolo sacrificio. Ci aspettiamon un segnale di disponibilità anche da chi opera in questo settore. Il monopattino elettrico è un mezzo simpatico, comodo. Io lo uso, ma quando lo faccio metto sempre il casco. E’ un sistema a protezione di chi usa questi mezzi non certo per penalizzarlo”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »