energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Nasce ad Arezzo la Comunità del Cibo. Domenica 27 maggio appuntamento alla Fraternita dei Laici Arezzo, My Stamp

Domenica 26 maggio, alle 16,30, nel Palazzo della Fraternita dei Laici di Piazza Grande, ad Arezzo, si svolgerà  il primo incontro  della Comunità del Cibo di Arezzo e delle vallate provinciali. L’ingresso è libero e gratuito.

Il Magistrato della Fraternita dei Laici ha deliberato l’istituzione della Comunità del Cibo in linea con la Legge 1 dicembre 2015, n. 194 “Disposizioni per la tutela e la valorizzazione della biodiversità di interesse agricolo e alimentare”. La nuova realtà è definita all’articolo 13 della legge, che la Fraternita vuole applicare nella sua azione, come ente guida, invitando i cittadini, le istituzioni, le categorie economiche a partecipare per garantire lo sviluppo dei prodotti agro-alimentari tipici del territorio.

La Comunità del Cibo unisce la Fraternita dei Laici ad agricoltori locali, agricoltori e allevatori custodi, gruppi di acquisto solidale, istituti scolastici e universitari, centri di ricerca, associazioni per la tutela della qualità della biodiversità di interesse agricolo e alimentare, mense scolastiche, ospedali, esercizi di ristorazione, esercizi commerciali, piccole e medie imprese artigiane di trasformazione agraria e alimentare, nonché enti pubblici come il Ministero dell’Agricoltura e la Regione Toscana, che già riconoscono il ruolo e il valore della Comunità.

Dopo la presentazione, seguirà la degustazione e l’assaggio  di alcune eccellenze delle Tenute di Fraternita: vino, olio e aceto.

Programma completo:

16.30 La Comunità del Cibo: a cura di Pier Luigi Rossi, Primo rettore della Fraternita dei Laici

17.15 La degustazione del vino:  a cura di AIS Arezzo

17.45 L’assaggio dell’olio extravergine biologico: a cura di Bianca Leda Patrussi,  AICOO Arezzo

18.10 L’aceto di Fraternita: a cura di Arturo Ghezzi, rettore della Fraternita dei Laici

(nella foto l’ultimo nato dei prodotti delle Tenute di Fraternita: l’aceto di vino Chianti)

Print Friendly, PDF & Email

Translate »